5.000 passi al giorno: ‘Una passeggiata di salute’

L’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomanda una passeggiata quotidiana di tre chilometri al giorno, pari a circa 5.000 passi, per dimezzare il rischio di morte. Il presidente della Simg (Società Italiana di Medicina Generale), Claudio Cricelli, spiega: «La sedentarietà provoca in Europa 600.000 decessi all’anno e rappresenta una delle dieci cause di mortalità e disabilità nel mondo.
Diabete, cardiopatie, ipertensione, cancro, osteoporosi sono le malattie che colpiscono in massa gli Italiani, legate proprio a stili di vita sbagliati. Sono circa 3,9 milioni i diabetici, due milioni e 250mila persone vivono con una diagnosi di tumore. Ancora più alto è l’impatto delle patologie cardiovascolari: la sola ipertensione provoca circa 240.000 morti all’anno, ed è resposabile del 47% delle cardiopatie ischemiche e del 54% degli ictus cerebrali».
Una passeggiata di salute è il titolo dell’opuscolo preparato dalla Simg, insieme all’Associazione Parlamentare per la tutela e la promozione del diritto alla prevenzione, che attraverso vignette fornisce consigli e regole per una vita sana, dall’alimentazone all’attività fisica; prosegue Cricelli: «La salute si conquista e si conserva soprattutto a tavola, sin da bambini. Il modello alimentare mediterraneo è ritenuto oggi in tutto il mondo fra i più efficaci per la prevenzione ed è anche uno dei più vari e bilanciati. Dobbiamo rivolgere ai cittadini messaggi chiari, senza chiedere loro di stravolgere drasticamente le loro abitudini, ma con consigli pratici da applicare nella vita quotidiana».
La sedentarietà è dannosa, come ripetono i medici: secondo l’Istat, in Italia oltre 22 milioni di persone non praticano attività fisica nel tempo libero, il 38,3% della popolazione, con conseguenze dannose anche per i costi, perché andare a piedi anziché in macchina fa risparmiare circa 700 euro all’anno: 400 di costi di carburante e manutenzione dell’auto, più 300 di spese sanitarie per la cura delle conseguenze della sedentarietà sui cittadini.

Fonte dica33.it, 25 gennaio 2012

Potrebbero interessarti

  • 11 ottobre 2017Salute: al Forum della Leopolda si è sfidato il futuroA Firenze, il 29-30 settembre 2017, oltre 2.000 visitatori e 600 relatori in rappresentanza del settore sanitario, Istituzioni pubbliche, Associazioni di pazienti e Società Scientifiche, economisti e futuristi hanno animato la Stazione Leopolda, in occasione della seconda edizione del “Forum della sostenibilità e opportunità nel settore della salute”. Posted in EVENTI - 2017
  • 11 ottobre 2017Carenza di vitamina D: sorvegliata speciale per osteoporosi, artrosi e sarcopeniaDal 5 al 7 ottobre 2017, si è tenuto a Napoli il VI Congresso di ASON, l’Associazione rappresentativa di specialisti ortopedici, fisiatri e reumatologi operanti sul territorio. Quest’anno, focus sulla mancanza ormai epidemica di vitamina D che, oltre alle patologie osteoarticolari, si associa sempre più spesso anche a diabete di tipo 2, sclerosi multipla e demenza senile. Posted in Diabete e osteoporosi
  • 10 ottobre 2017“Muoviti-muoviti”: cultura del movimento al Pini-CTO di MilanoQuando l’attività fisica aiuta a contrastare l’evoluzione delle malattie croniche. L’iniziativa si è svolta sabato 7 ottobre 2017 a Milano: un’intera giornata dedicata alla cultura del movimento che ha visto gli specialisti del Pini-CTO disponibili a rispondere a dubbi e domande della cittadinanza. La manifestazione, gratuita e aperta a tutti, è stata promossa da SIMFER, Happy Ageing e […] Posted in Movimento