Abbasso l’indice glicemico

Abbasso l'indice glicemico50+4 ricette per contenere l’IG mangiando bene

Autrice: Raffaella Fenoglio
Editore: Terra Nuova Edizioni, collana “I Bioricettari”
Pubblicazione: 2016

 

 

Abbasso l’Indice Glicemico!” di Raffaella Fenoglio, foodblogger di Tre civette sul comò è un libro di ricette (ben 54) ma non solo. L’intento dichiarato dall’autrice, nata in Liguria con radici piemontesi, è infatti quello di dimostrare che è possibile mangiare bene senza rinunciare alla salute. Per farlo non è necessario essere cuochi esperti o grandi chef o fare enormi rinunce ma è sufficiente amare la cucina e avere particolare cura nella scelta degli ingredienti, imparare a conoscerli e sostituirne alcuni con altri a basso indice glicemico. L’indice glicemico (IG) è un indicatore importante (insieme al carico glicemico) perché rileva la capacità di un alimento di aumentare la glicemia nel sangue.

Il libro sottolinea quanto sia importante sostituire farine raffinate, zucchero bianco, cibi industriali con prodotti integrali, con dolcificanti naturali come stevia, agave, cocco, betulla e miele d’acacia, con cereali e pseudocereali come quinoa, amaranto, grano saraceno, orzo e avena. Riporta anche tante ricette ricche di legumi, semi oleosi, ortaggi e frutta a chilometro zero. Insomma è importante privilegiare ingredienti a basso IG, di stagione e possibilmente biologici, rispettosi della nostra salute e dell’ambiente. Sperimentando le oltre 50 ricette proposte nel libro – i primi e i piatti salati, i finger food e i dolci, senza dimenticare i consigli per la prima colazione – potrete finalmente affermare: “Abbasso l’indice glicemico!”.
La prefazione del volume è a cura della d.ssa Silvia Migliaccio, Specialista in Scienze della Nutrizione Umana, professore associato dell’Università degli Studi di Roma “Foro Italico”.

Il volume è disponibile online, sul sito dell’editore bit.ly/2aigIIa oppure su Amazon libri amzn.to/2a3gpN2

 

Per ulteriori approfondimenti sull’indice glicemico e il carico glicemico, clicca qui bit.ly/2a4fi2Y

Potrebbero interessarti