Allo studio un test del sangue per prevedere diabete e malattie cardiache

Nel corso del Festival della Scienza che si è svolto a Birmingham, è stato presentato un rivoluzionario test del sangue realizzato dal King’s College di Londra, che consentirà di fare previsioni sulle probabilità di ammalarsi di malattie cardiache o di diabete. Queste malattie sono fra le principali cause di morte in Europa ma sono sottostimate; entro il 2015 il test potrà essere messo a punto e al costo di solo tre euro circa consentirà alle persone a rischio di sottoporsi ai trattamenti preventivi.
Manuel Mayr, che ha coordinato la ricerca, ha sottolineato che «La paura del cancro è molto diffusa ma sono le malattie cardiovascolari fra le principali cause di morte e non è stato ancora trovato un test del sangue che ne consenta la previsione».
Gli studiosi inglesi hanno scoperto che una piccolissima molecola, un filamento di materiale genetico, chiamata Mir-126, ha una funzione fondamentale per la salute delle arterie e che si abbassa quando i vasi sanguigni sono danneggiati oppure in presenza di diabete di tipo 2; chi ha nel sangue livelli bassi di Mir-126 ha probabilità doppie di sviluppare diabete o malattie cardiovascolari entro dieci anni.
Dopo questo primo test, secondo il dottor Mayr, potrebbe esserne messo a punto uno più avanzato, che potrà indicare il numero di probabilità di contrarre una malattia entro i successivi due/tre anni consentendo di intervenire con ancora maggiore tempestività con le opportune cure e modifiche dello stile di vita.

 

 
Fonte: 18 settembre 2010, salute.agi.it

Potrebbero interessarti

  • 6 dicembre 2017Torino: nuova tappa del Cities Changing Diabetes® ProgramNella Città metropolitana, capoluogo della Regione Piemonte, risiedono quasi 121 mila persone con diabete, il 5,3 per cento della popolazione censita, un record negativo per il Nord Italia; dagli esperti un invito alle amministrazioni cittadine a farsi carico della promozione della salute e della prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili come diabete tipo 2 e obesità. Posted in Mondo, Europa
  • 11 ottobre 2017Carenza di vitamina D: sorvegliata speciale per osteoporosi, artrosi e sarcopeniaDal 5 al 7 ottobre 2017, si è tenuto a Napoli il VI Congresso di ASON, l’Associazione rappresentativa di specialisti ortopedici, fisiatri e reumatologi operanti sul territorio. Quest’anno, focus sulla mancanza ormai epidemica di vitamina D che, oltre alle patologie osteoarticolari, si associa sempre più spesso anche a diabete di tipo 2, sclerosi multipla e demenza senile. Posted in Diabete e osteoporosi
  • 7 dicembre 2017In Italia, il diabete è tra i temi di salute più ricercati sul webSecondo la 4° edizione del Diabetes Web Observatory, 2017 si ricerca in rete più al Sud, in particolare in Calabria, Puglia, Basilicata. Il 75 per cento delle persone utilizza le app per raccogliere e condividere informazioni sul mondo del diabete, in base all’osservatorio Diabetes Monitor, 6° Ed, 2017. Le persone con diabete sentono di più il bisogno di discutere con il proprio medico […] Posted in Italia