Antiossidanti: ci proteggono dallo stress ossidativo

Gli antiossidanti sono i nostri “acchiappa-radicali”. Per fortuna, infatti, non siamo disarmati di fronte all’attacco incessante dei radicali liberi (ROS). Disponiamo nel nostro organismo di potenti antiossidanti in grado di difenderci. Uno stile di vita sano e attivo favorisce tale protezione ma d’altra parte non possiamo vivere in una campana di vetro e non sempre le difese sono sufficienti e in quel caso può essere utile integrarle con un apporto esterno.

danno dei radicali liberi esempio della mela

 

Le difese antiossidanti naturali: un lavoro di squadra

Gli antiossidanti catturano i radicali liberi e li rendono inoffensivi proteggendo, così, il nostro organismo dall’attacco devastante delle particelle aggressive.
Tra i più potenti antiossidanti ci sono la vitamina C e la vitamina E, i carotenoidi (pre-vitamina A), i microelementi selenio e zinco, i bioflavonoidi della frutta, l’acido alfa-lipoico e il coenzima Q10.
In natura, tra le fonti più ricche di antiossidanti della frutta ci sono: uva, soprattutto quella rossa, ricca di resveratrolo, frutti rossi, prugne nere, pompelmo rosa, arance, avocado, kiwi, mele, pesche, banane, pere e albicocche. Tra le verdure: tutti i cavoli, spinaci, barbabietole, patate, peperoni, carote, fagiolini, zucca, aglio e cipolla, porri, melanzane e pomodori. Hanno spiccate proprietà antiossidanti anche la soia, il tè verde, l’olio d’oliva, il germe di grano, le arachidi, il vino rosso.
Anche molte piante contengono sostanze con proprietà antiossidanti come acido cinnamico, cumarine, diterpeni, flavonoidi, lignina, mono- e triterpeni, tannini e fenilpropanoidi.

protezione antiossidante dei radicali liberi

Vedendo la figura sopra vi starete chiedendo: ma se l’antiossidante agisce donando un elettrone al radicale libero, non diventa a sua volta instabile? Effettivamente durante la lotta incessante contro i ROS, gli antiossidanti riportano danni alla loro struttura e vengono messi fuori combattimento. Quando per esempio la vitamina E vince sul nemico ROS riuscendo a neutralizzarlo, essa ha bisogno di “rigenerarsi”. Entra così in suo soccorso la vitamina C che aiuta e ricicla la vitamina E. In questo scambio anche la vitamina C subisce dei danni, perdendo parte della sua efficienza: se non venissero in suo soccorso selenio eacido alfa-lipoico non sarebbe più in grado di svolgere le sue numerose funzioni (oltre a quella antiossidante). Se tuttavia è disponibile acido alfa-lipoico, anche la vitamina C si rigenera e torna in gioco con tutta la sua grinta. Da tutto ciò si capisce come gli antiossidanti agiscano in squadra, sostenendosi e potenziandosi a vicenda come una vera rete di solidarietà, protezione e difesa. Riciclandosi a vicenda, gli antiossidanti diventano molto potenti.

 

Gli integratori antiossidanti

La possibilità di impiegare gli integratori antiossidanti per combattere i radicali liberi e stimolare le difese immunitarie, si è ritagliata uno spazio sempre più consistente nelle società occidentali. Il processo di lavorazione industriale avrebbe il vantaggio di aumentare la concentrazione di principi attivi e migliorarne l’attività. In base alle ultime ricerche l’assunzione di un unico antiossidante è meno consigliabile rispetto a un’adeguata miscela proprio grazie alla peculiarità di queste sostanze di agire, in collaborazione dinamica, riciclandosi a vicenda. Se intraprendono insieme la guerra contro i radicali liberi, la loro azione si potenzia notevolmente; l’effetto globale della loro combinazione risulta maggiore della somma dei singoli effetti di ciascun antiossidante.
Fonti

– Yavari A et al – Exercise-induced oxidative stress and dietary antioxidants. Asian J Sports Med 2015 Mar;6(1):e24898
– Oyenihi AB et al – Antioxidant strategies in the management of diabetic neuropathy. Biomed Res Int 2015;2015:515042
– Fiedor J, Burda K – Potential role of carotenoids as antioxidants in human health and disease. Nutrients 2014 Jan 27;6(2):466-88
– Mangge H et al – Antioxidants, inflammation and cardiovascular disease. World J Cardiol 2014 Jun 26;6(6):462-77 
– Si H, Liu D – Dietary antiaging phytochemicals and mechanisms associated with prolonged survival. J Nutr Biochem 2014 Jun;25(6):581-91
– Zatalia SR, Sanusi H – The role of antioxidants in the pathophysiology, complications, and management of diabetes mellitus. Acta Med Indones 2013 Apr;45(2):141-7 
– Urso ML, Clarkson PM – Oxidative stress, exercise, and antioxidant supplementation. Toxicology 2003 Jul 15;189(1-2):41-54
– Bonnefoy M, Drai J, Kostka T – Antioxidants to slow aging, facts and perspectives. Presse Med 2002 Jul 27;31(25):1174-84
– Clarkson PM, Thompson HS – Antioxidants: what role do they play in physical activity and health? Am J Clin Nutr 2000 Aug;72(2 Suppl):637S-46S

 

Potrebbero interessarti