Colesterolo “cattivo” e colesterolo “buono”. Perché?

Colesterolo “cattivo” e colesterolo “buono”. Perché?

Il colesterolo per la sua elevata insolubilità non può circolare nel sangue come componente libero ma viene trasportato in complessi specializzati chiamati lipoproteine, le principali sono le LDL e le HDL. Approfondiamo l’argomento.

 

Che cos’è e a cosa serve il colesterolo?

Il colesterolo è un particolare grasso (o lipide) che si trova esclusivamente negli alimenti di origine animale e può essere sintetizzato anche dal nostro organismo. E’ una molecola di grande importanza e utilità biologica, componente di tutte le membrane cellulari e del rivestimento di mielina che ricopre i nervi; è anche il composto a partire dal quale il nostro organismo sintetizza alcuni ormoni (come gli steroidi sessuali per es il testosterone) e gli acidi biliari (utili alla digestione).

 

Che cosa sono i trigliceridi?

I trigliceridi sono i principali grassi che si ricavano dagli alimenti. Si chiamano così perché sono costituiti da 3 acidi grassi legati al glicerolo. Un loro eccesso, come quello del colesterolo, aumenta il rischio di malattie cardiovascolari.

 

Come fanno i grassi a circolare nel sangue?

Colesterolo e trigliceridi per la loro elevata insolubilità non possono circolare nel sangue come componenti liberi ma vengono trasportati in complessi specializzati chiamati lipoproteine.

 

Che cos’è il colesterolo-LDL (colesterolo cattivo)?

Il colesterolo-LDL è il colesterolo che si associa alle lipoproteine a bassa densità (LDL dall’inglese Low Density Lipoprotein) e che viene trasportato dal fegato alle cellule dei tessuti periferici che lo utilizzato per le loro attività plastiche e metaboliche. Questo colesterolo viene spesso identificato come “colesterolo cattivo” perché è quantitativamente il più numeroso e il più concentrato. Quando la concentrazione di colesterolo-LDL in circolo è alta tende ad accumularsi non solo nel tessuto adiposo ma anche sulla parete delle arterie, innescando il processo dell’aterosclerosi (placche aterosclerotiche) , per questo viene considerato “cattivo”. Valori elevati di colesterolo-LDL sono associati ad un alto rischio cardiovascolare.

 

Che cos’è il colesterolo-HDL?

Il colesterolo-HDL è il colesterolo che si associa alle lipoproteine ad alta densità (HDL) e che viene trasportato dai tessuti periferici al fegato che lo può riutilizzare, convertire in acidi biliari o eliminare con la bile. Questo viene considerato il cosiddetto “colesterolo buono” in quanto contribuisce ad impedire l’accumulo del colesterolo cattivo sulla parete dei vasi. Il colesterolo-HDL svolge un’azione protettiva nei confronti dei vasi arteriosi, in quanto favorisce la rimozione e la pulizia del colesterolo cattivo e dei grassi dalla parete vascolare dirottandoli verso il fegato (dove il colesterolo viene metabolizzato e riutilizzato). Per questo il colesterolo-HDL viene denominato “colesterolo buono” e un suo aumento è generalmente considerato positivo.

 

Fonti

– März W et al – HDL cholesterol: reappraisal of its clinical relevance. Clin Res Cardiol. 2017 Mar 24

– März W, Kleber ME et al – Clinical importance of HDL cholesterol. Herz 2017 Feb;42(1):58-66

– Larn Livelli di assunzione di riferimento di nutrienti ed energia per la popolazione italiana, 6° ed, SICS Ed, ottobre 2014

– Elshourbagy NA et al – Cholesterol: the good, the bad, and the ugly – therapeutic targets for the treatment of dyslipidemia. Med Princ Pract 2014;23(2):99-111

– Moriondo C – Il manuale dell’alimentazione, Hoepli Ed, Milano, 2007

– Cappelli P, Vannucchi V – Principi di scienza dell’alimentazione, 3° Ed, Zanichelli Ed, Bologna, 2010

 

 

Potrebbero interessarti