Come valutare la tua funzione erettile

Questionario relativo alle ultime 4 settimane**

Un diabete mal controllato può compromettere sia l’adeguato apporto di sangue sia il controllo nervoso necessario a provocare un’erezione, determinando disfunzioni sessuali maschili di varia intensità.
Valuta attraverso questo semplice questionario la tua funzione sessuale. Rispondi a ciascuna domanda e consegna la scheda al tuo medico alla prossima visita.

** Questo questionario, elaborato in forma abbreviata dal Questionario standardizzato IIED (International Index of Erectile Function) non si sostituisce in alcun modo al parere del medico. Può fornirti solo un’indicazione utile per poterne parlare in modo franco e chiaro al tuo medico.

Potrebbero interessarti

  • 22 ottobre 2017Cyberbullismo: non sottovalutate la naturale ingenuità dei vostri figliLuci e ombre della rete. Accorato appello dei pediatri di famiglia ai genitori – In aumento i casi di cyberbullismo e di dipendenza dalla tecnologia tra bambini e adolescenti – Il fenomeno al centro del 6° Convegno Nazionale SiMPeF (Sindacato Medici Pediatri di Famiglia) a Milano. Posted in Psicologia
  • 25 settembre 2017Diabete tipo 1: la ricerca scientifica di Novara passa dal DRI di MiamiFirmato un importante accordo di collaborazione tra la Diabetologia dell’ Ospedale Maggiore della Carità di Novara e il Diabetes Research Institute (DRI), centro di eccellenza di Miami diretto dal professor Camillo Ricordi, che ha costruito e realizzato la tecnica e le strutture per il trapianto di insule pancreatiche nell'adulto con diabete. Posted in Fabio Braga
  • 11 ottobre 2017Carenza di vitamina D: sorvegliata speciale per osteoporosi, artrosi e sarcopeniaDal 5 al 7 ottobre 2017, si è tenuto a Napoli il VI Congresso di ASON, l’Associazione rappresentativa di specialisti ortopedici, fisiatri e reumatologi operanti sul territorio. Quest’anno, focus sulla mancanza ormai epidemica di vitamina D che, oltre alle patologie osteoarticolari, si associa sempre più spesso anche a diabete di tipo 2, sclerosi multipla e demenza senile. Posted in Diabete e osteoporosi