Come viene diagnosticata la neuropatia vegetativa?

La diagnosi iniziale viene eseguita attraverso un’accurata anamnesi integrata dall’esame dei riflessi cardiovascolari con l’ausilio di una batteria di semplici test che si basano sulla modificazione della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa.

 

Ipotensione ortostatica
Il medico ti fa stendere supino su un lettino e misura la pressione arteriosa al braccio sinistro fino che si stabilizza. Quindi ti fa alzare in piedi rapidamente (entro 3 secondi) e misura la pressione arteriosa ai tempi 30-60-90-120 secondi.

 

Deep breathing
E’ una serie di espirazioni e inspirazioni profonde da eseguire in posizione sdraiata, ciascuna in 5 secondi (6 atti respiratori al minuto). Si calcola la media delle differenze tra la massima frequenza in inspirazione e la minima in espirazione.

 

Lying to standing
Si è invitati ad alzarsi e mettersi in piedi dopo essere stati 5 minuti a riposo in posizione supina su un lettino.

 

Manovra di Valsalva
Espirazione forzata contro resistenza. Il medico ti chiede di soffiare a glottide aperta in un manometro e a mantenere una pressione di 40 mmHg per 15 secondi, al termine dei quali si ritorna a respirare normalmente.

 

 

Potrebbero interessarti

  • 13 agosto 2017Neuropatia Diabetica: l’ultimo Position Statement dell’ADANel gennaio 2017, l’American Diabetes Association (ADA) ha pubblicato su “Diabetes Care”, un Position Statement sulla neuropatia diabetica. È un documento aggiornato che rappresenta la posizione e il punto di vista dell’Associazione sulla complicanza diabetica più frequente. Posted in Neuropatia
  • 27 giugno 2017Lo studio REMOVALIl trattamento a lungo termine con metformina potrebbe ridurre il rischio cardiovascolare negli adulti con diabete tipo 1: questi i risultati dello studio REMOVAL (REducing with MetfOrmin Vascular Adverse Lesions) presentati alle 77° Sessioni scientifiche dell’American Diabetes Association (ADA 2017).   Posted in Metformina e ipoglicemizzanti orali
  • 10 luglio 2017Diabete in Italia: a parità di cure, risultati meno soddisfacenti nelle donnePresentata a Bruxelles, nell’ambito di un’audizione parlamentare sulle differenze di genere in medicina, un’analisi del Gruppo Donna AMD su un campione di oltre 470mila pazienti italiani, svolta da circa un terzo dei Centri diabetologici italiani. Posted in Diabete al femminile