Contro il diabete di tipo 2 verdura a foglie larghe

Una ricerca dell’University of Leicester ha dimostrato che le persone che abitualmente inseriscono nella loro dieta alcuni tipi di insalata e altre verdure come broccoli, cavoli, spinaci e verze, hanno un rischio di diabete di tipo 2 inferiore del 14% rispetto a chi non se ne ciba. Gli studiosi inglesi hanno esaminato le abitudini alimentari e lo stato di salute di oltre 230mila persone concludendo che le sostanze antiossidanti e il magnesio contenuti in quel tipo di verdure sono in grado di porre seri ostacoli all’insorgenza del diabete.

 

 
Fonte: feb-marzo 2011, Diabete Oggi, n. 13

Potrebbero interessarti

  • 30 novembre 2016L’AmazzoniaLa foresta amazzonica è sempre stato un luogo che sognavo di poter visitare almeno una volta nella vita. Durante la pianificazione del mio viaggio intorno al mondo senza aerei avevo piazzato la cosiddetta "bandierina", proprio lì, nel centro del Brasile. Dal punto di vista del diabete, tuttavia, sembrava poter creare non pochi problemi. Posted in Trip Therapy Blog Claudio Pelizzeni
  • 25 novembre 2016L’Uruguay e l’arrivo in BrasileL'Uruguay è probabilmente lo stato meglio sviluppato del Sudamerica. La qualità del cibo è ottima, almeno a giudicare da quello che vedevo nei mercati e nei ristoranti, ma i costi mi hanno costretto a cucinare praticamente sempre da solo in ostello. Posted in Trip Therapy Blog Claudio Pelizzeni
  • 25 novembre 2016L’Iran del velo, dei datteri e dei materassi per terra: bici-diario col diabete di tipo 1Nel giro di quarantacinque lunghi giorni, insieme a Riccardo, ho pedalato quasi 2000 km di Iran, da Nord a Sud, avendo modo di vedere panorami mozzafiato, visitare tantissime città e villaggi, dai più anonimi alle magnifiche Esfahan e Shiraz, farci incantare della raffinata architettura persiana, mangiare piatti locali (purtroppo  poco vari) e conoscere un numero spropositato di iraniani. Posted in For a piece of cake