Diabete gestazionale: l’auto-monitoraggio dei livelli glicemici riduce rischio macrosomia

Lasciare che le donne affette da diabete gestazionale effettuino il monitoraggio glicemico quotidianamente a casa propria invece che in ambulatorio una volta alla settimana sembra dare risultati migliori sia per quanto riguarda la riduzione della macrosomia neonatale (l’eccessiva grandezza del bebè) sia nella diminuzione dell’aumento di peso della donna.
É senza dubbio il maggior coinvolgimento della paziente nel tenere sotto controllo i propri livelli glicemici il fattore che influenza maggiormente l’efficacia del monitoraggio, permettendo alla paziente di capire i feedback ottenuti dalle diverse scelte alimentari e insegnandole così a fare le scelte migliori per la propria salute.

 

 
FonteObstetrics and Gynecology 2009; 113: 1307-12

Potrebbero interessarti