Diabete più avanzato, retina più sottile

Tre studi australiani recentissimi condotti su oltre 360 pazienti diabetici confrontati con soggetti non diabetici hanno documentato che nel tempo il diabete tende ad assottigliare la retina rispetto a quella di persone non diabetiche.

In particolare, si è osservato che tale fenomeno è proporzionale all’età della patologia (numero di anni dalla diagnosi di diabete) e quindi all’aumentare del rischio di complicanze come la neuropatia/retinopatia diabetica e all’instabilità della glicemia nel corso del tempo. Il quadro si complica con l’avanzare dell’età. L’insorgere di neuropatia/retinopatia diabetica è associata a compromissione della struttura oculare che può coinvolgere diversi strati della retina. Tale compromissione può rappresentare una minaccia per l’integrità della visione e quindi necessità di esami dei correlati funzionali.

In uno dei tre studi condotti, inoltre, gli sperimentatori hanno confrontato pazienti con diabete di tipo 2 e diabete di tipo 1 e non hanno riscontrato differenze significative una volta che i dati erano aggiustati per età, sesso, retinopatia diabetica, durata del diabete e valori di emoglobina glicata (HbA1c).

Nelle conclusioni gli Autori suggeriscono che lo spessore della retina possa essere un parametro utile da prendere in considerazione nel momento di fare la diagnosi di retinopatia diabetica tramite tomografia ottica computerizzata o OTC, una tecnica di diagnosi per immagini non invasiva che consente di ottenere delle scansioni della cornea e della retina per la diagnosi ed il follow-up di numerose patologie della oculari.

 

 

Fonti

 

– Srinivasan S et al – Retinal tissue thickness in type 1 and type 2 diabetes. Clin Exp Optom 2016 Jan;99(1):78-83

– Srinivasan S et al – Retinal thickness profile of individuals with diabetesOphthalmic Physiol Opt 2016 Mar;36(2):158-66

– Srinivasan S et al – Retinal Tissue Thickness is Reduced in Diabetic Peripheral Neuropathy. Curr Eye Res 2016 Feb 29:1-8 [Epub ahead of print]

 

Potrebbero interessarti

  • 13 luglio 2017Diabete di tipo 1: quali sono i fattori predittivi di insufficienza renale cronica?Pubblicata su Scientific Reports, 12 giugno 2017, una nuova ricerca dell’Associazione Medici Diabetologi (AMD) che ha coinvolto oltre 2.600 pazienti con diabete di tipo 1 (DT1) seguiti dai Centri di Diabetologia di tutta Italia. Posted in Nefropatia
  • 6 luglio 2017AGE e glicazione: che cosa sono?Il termine AGE si riferisce a una serie di composti chimici prodotti quando gli zuccheri si combinano con proteine o grassi (glicazione avanzata). Si trovano per esempio sulle superfici dorate o abbrustolite di cibi fritti o grigliati, oppure sul pane tostato. Posted in Carboidrati (zuccheri), Nutrizione
  • 27 giugno 2017Lo studio REMOVALIl trattamento a lungo termine con metformina potrebbe ridurre il rischio cardiovascolare negli adulti con diabete tipo 1: questi i risultati dello studio REMOVAL (REducing with MetfOrmin Vascular Adverse Lesions) presentati alle 77° Sessioni scientifiche dell’American Diabetes Association (ADA 2017).   Posted in Metformina e ipoglicemizzanti orali