Diabete e scuola – Fand propone il “Rappresentante per la salute”

 “Istituire ufficialmente la figura del ‘Rappresentante o referente per la salute’ all’interno delle scuole dell’obbligo” sulla falsariga del “Responsabile per la sicurezza”: è questa la proposta elaborata da Albino Bottazzo, Presidente nazionale FAND-Associazione italiana diabetici, avanzata il 15 novembre 2016 da una delegazione dell’associazione che ha incontrato l’on. Cosimo Latronico, Componente della Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione della Camera dei Deputati.

 

La delegazione FAND, guidata dal Vicepresidente nazionale Lorenzo Greco e composta da Antonio Papaleo (Basilicata), Stefano Garau (Sardegna) e Lina Delle Monache (Lazio), ha illustrato all’esponente parlamentare l’esigenza e l’urgenza di inserire nel sistema scolastico nazionale, e principalmente nelle scuole primarie e dell’infanzia, questa figura, “sulla falsariga – secondo l’idea di Bottazzo – del ‘Responsabile per la sicurezza’, già istituzionalmente presente in ogni istituto”.

“La mozione bipartisan approvata recentemente dal Senato, che impegna il Governo a promuovere e sostenere l’appropriata gestione del diabete a scuola, garantendo la somministrazione dei farmaci anche in orario scolastico è sicuramente un passo avanti. Rischia, tuttavia, di trasformarsi in una dichiarazione di buona volontà, se non accompagnata da un impegno ben più determinato, per la tranquillità delle famiglie interessate e degli operatori scolastici”, spiega Bottazzo. “È necessario – lo dico a ragion veduta, avendo trascorso molti anni della mia vita nella posizione di dirigente scolastico – che in ogni istituto sia individuato e adeguatamente formato grazie alla ASL, un referente cui tutti possano rivolgersi in caso di necessità inerenti l’ambito della salute, non solo per il diabete. È un compito chiave, che non può essere lasciato alla buona volontà e all’improvvisazione, che spero il Ministero della salute, il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e le forze sindacali della scuola vogliano valutare e attuare”, conclude.

L’On. Latronico, a cui è stato consegnato un corposo dossier comprendente la  proposta elaborata da FAND, ha garantito il proprio impegno a lavorare, di concerto con altri colleghi parlamentari, sull’iniziativa.

 

 

Fonte: Ufficio stampa FAND

Potrebbero interessarti

  • 8 marzo 2017Corso formativo avanzato per diabetici in terapia insulinica intensiva o con microinfusoreBoario Terme, 7-9 aprile 2017. Il corso avanzato “A SCUOLA DI DIABETE” di ADPMI/ADCS si prefigge di approfondire ulteriormente le conoscenze della persona con diabete che abbia già acquisito le conoscenze di base per il conteggio dei carboidrati (Counting CHO). Posted in EVENTI - 2017
  • 16 gennaio 2017Farmaci. 1 Italiano su 3 non segue la prescrizione del medicoItaliani “anarchici” per quanto riguarda la terapia con farmaci. E questo comportamento ha risvolti negativi sull’aderenza terapeutica. A sottolinearlo è un'indagine dell'Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda) nella quale si evidenzia la necessità di una migliore comunicazione tra medico e paziente. Posted in Italia
  • 10 febbraio 2017Il progetto aderenza: “Segui la terapia” a TorinoPartito alla fine del 2016 all’ASL1 di Torino, il progetto vuole migliorare l’aderenza alla terapia delle persone con una patologia cronica come il diabete o l’ipertensione o altre soprattutto per le persone che hanno difficoltà a seguire una terapia nel tempo. Posted in NEWS - 2017