Diabetici: per la salute dei reni un aiuto dal pesce

Per i pazienti diabetici consumare pesce regolarmente potrebbe fornire un importante aiuto nel mantenere in buona salute i reni.
Dai risultati di un recente studio condotto dai ricercatori dell’Università di Cambridge è emerso infatti che, con il suo alto contenuto proteico, la carne di pesce sia un alimento ideale per individui affetti da diabete.
In particolare su 22 mila volontari presi in considerazione durante la ricerca, di cui 517 diabetici di tipo 2, coloro che dichiaravano di consumare pesce più di una volta alla settimana risultavano avere un livello di macroalbuminuria inferiore rispetto a quelli che invece mangiavano poco pesce.
La macroalbuminuria è un termine che indica la presenza di una proteina del sangue, l’albumina, nelle urine, e che se in quantità elevate può essere il campanello di allarme per un eventuale malfunzionamento a livello renale.
I ricercatori suggeriscono comunque di fare una distinzione tra i pesci da inserire nell’alimentazione di un diabetico: orata, merluzzo, cernia, gamberi e scampi sono infatti meno grassi e quindi più indicati di altri pesci, quali ad esempio anguilla, salmone, sgombro e aringa.

 

 
Fonte: 2 gennaio 2010, newsfood.com

Potrebbero interessarti

  • 19 gennaio 2017Nuova campagna di AIIPA: “Nutrizione e sicurezza specializzate”Il messaggio della nuova campagna dell’Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari (AIIPA) si propone di fare chiarezza sulle caratteristiche e sulla qualità nutrizionale degli alimenti specifici per la prima infanzia, fabbricati e commercializzati nel rispetto della rigorosa normativa vigente. Posted in NEWS - 2017
  • 27 novembre 2016Io, il diabete e lo sportFornire a tutti gli interessati uno strumento pratico che contenga cenni di base di fisiologia dello sport, indicazioni su come gestire alimentazione, autocontrollo della glicemia e terapia individuale, nozioni per praticare lo sport in sicurezza, informazioni per richiedere un certificato di idoneità medico-sportiva. Posted in Testimonianze
  • 16 gennaio 2017Farmaci. 1 Italiano su 3 non segue la prescrizione del medicoItaliani “anarchici” per quanto riguarda la terapia con farmaci. E questo comportamento ha risvolti negativi sull’aderenza terapeutica. A sottolinearlo è un'indagine dell'Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda) nella quale si evidenzia la necessità di una migliore comunicazione tra medico e paziente. Posted in Italia