Disuguale trattamento per i diabetici

In occasione del question time del 10 novembre la consigliera Regionale della Campania Antonella Cammardella, nonché vicepresidente della Commissione consiliare sanità, ha presentato un’interrogazione all’assessore alla Sanità Mario Santangelo relativa alla legge 9/2009 “Disposizioni per la prevenzione e la cura del diabete mellito” approvata il 2 luglio 2009” in Consiglio regionale promossa e fortemente voluta dalla stessa consigliera.
L’oggetto dell’interrogazione deriva dalla verifica di una non uniformità del trattamento dei diabetici nella nostra regione, in contrapposizione a quanto stabilito dall’art. 12 della suddetta legge.
Dalle associazioni di utenti, afferma la consigliera, arrivano innumerevoli denunce all’assessore da parte delle strutture predisposte con relativo scontento dell’utenza. Quello che chiediamo è che siano creati sistemi di valutazione circa l’appropriatezza dei presidi medici ospedalieri attraverso l’istituzione di un prontuario regionale dei presidi, che sia costituita una commissione diabetologica che valuti l’opportunità delle cure del paziente e della relativa spesa. In sostanza vogliamo che la legge sia attuata così come stabilito dal testo.
L’assessore Antonio Valiante, in rappresentanza della giunta regionale, ha risposto che è in fase di studio l’adozione di un prontuario per indicare il prezzo massimo di rimborso per i presidi, nonché la costituzione di una Commissione diabetologica.
Per quanto, aggiunge Valiante alcune ASL hanno già ricevuto quote e dovrebbero già avere messo in campo misure adeguate ma la ristrutturazione delle stessa ha ritardato i tempi.
Ecco perché, replica Cammardella occorre velocemente questo prontuario affinché tutti possano distribuire allo stesso modo tali presidi e i malati di diabete finalmente usufruire di un trattamento uniforme nella nostra regione.

 

 
Fonte: 10 novembre 2009, napoli.com

Potrebbero interessarti