Dolce Diabete

Diabete Impariamo a conoscere il diabete giocando e divertendoci

Mauro Di Leo
Technological Research, 2002

 

Comunicare con un bambino può essere un’impresa difficile, e può esserlo ancora di più se vogliamo richiamare l’attenzione del bambino che ha il diabete. Il tentativo è quello di aumentare la comprensione della malattia, incoraggiando il bambino a partecipare, dapprima con l’aiuto dei genitori, successivamente da solo, al controllo della propria malattia. Un vocabolario parallelo a quello consueto, che l’educatore può utilizzare con il bambino, è il linguaggio ricreativo, vale a dire la comunicazione e l’educazione attraverso il gioco, utilizzando gli stessi metodi che generalmente qualunque bambino o ragazzo utilizzano nella loro vita. È stato reso possibile scrivere un libro inconsueto, di facile comprensione per i bambini diabetici dai 6 ai 12 anni, e per i loro genitori, ma utile e divertente per tutti. [sito]

Potrebbero interessarti

  • 16 febbraio 2017Nuoto e subacquea, ok anche nei bambini con diabete tipo 1Intervista rilasciata da Marco Alleva, subacqueo ed apneista dell’Associazione 1° Club Lacustre Sommozzatori di Novara e papà di Giorgio, 13 anni, con diabete di tipo 1. Posted in Prevenzione e Terapia
  • 27 novembre 2016Io, il diabete e lo sportFornire a tutti gli interessati uno strumento pratico che contenga cenni di base di fisiologia dello sport, indicazioni su come gestire alimentazione, autocontrollo della glicemia e terapia individuale, nozioni per praticare lo sport in sicurezza, informazioni per richiedere un certificato di idoneità medico-sportiva. Posted in Testimonianze
  • 25 novembre 2016L’Uruguay e l’arrivo in BrasileL'Uruguay è probabilmente lo stato meglio sviluppato del Sudamerica. La qualità del cibo è ottima, almeno a giudicare da quello che vedevo nei mercati e nei ristoranti, ma i costi mi hanno costretto a cucinare praticamente sempre da solo in ostello. Posted in Trip Therapy Blog Claudio Pelizzeni