L’esame fisico e neurologico

Che cosa valuta in genere il medico

  • Segni vitali
  • Presenza e intensità del dolore
  • Valori di pressione arteriosa in posizione supina ed eretta
  • Esame cardiovascolare per valutare presenza di: aritmie, riduzione del battito cardiaco, edema, ritardato riempimento dei capillari
  • Esame cutaneo (cute secca, altre alterazioni cutanee, temperatura…)
  • Esame accurato dei piedi (asimmetria, integrità della forma, presenza di callosità, aree arrossate o infette tra le dita, salute delle unghie, etc)
  • Esame neurologico con piccoli test per la sensibilità e mobilità nervosa (per es. test del monofilamento, valutazione dei riflessi osteo-tendinei e della forza muscolare con apposito martelletto etc)
  • Valutazione finale di tutti gli screening positivi riscontrati

Potrebbero interessarti

  • 6 luglio 2017I.M.L. – Cooperativa Iniziativa Medica LombardaIML, iniziativa no profit, è in grado di offrire ai medici di famiglia tutti gli strumenti necessari per la gestione della cronicità che, da soli, non potrebbero avere. Si occupa della fornitura di strumenti informatici sempre più avanzati e di supporto al telemonitoraggio e alla telemedicina. Posted in Regioni
  • 13 agosto 2017Neuropatia Diabetica: l’ultimo Position Statement dell’ADANel gennaio 2017, l’American Diabetes Association (ADA) ha pubblicato su “Diabetes Care”, un Position Statement sulla neuropatia diabetica. È un documento aggiornato che rappresenta la posizione e il punto di vista dell’Associazione sulla complicanza diabetica più frequente. Posted in Neuropatia
  • 11 agosto 2017Incidenza di diabete e comorbiditàIl rischio di complicanze del diabete è direttamente correlato al buon controllo del diabete stesso. Numerosi studi hanno documentato che migliore è il compenso metabolico del glucosio nel sangue (glicemia) e minore è il rischio di complicanze future. Posted in Italia