L’esame fisico e neurologico

Che cosa valuta in genere il medico

  • Segni vitali
  • Presenza e intensità del dolore
  • Valori di pressione arteriosa in posizione supina ed eretta
  • Esame cardiovascolare per valutare presenza di: aritmie, riduzione del battito cardiaco, edema, ritardato riempimento dei capillari
  • Esame cutaneo (cute secca, altre alterazioni cutanee, temperatura…)
  • Esame accurato dei piedi (asimmetria, integrità della forma, presenza di callosità, aree arrossate o infette tra le dita, salute delle unghie, etc)
  • Esame neurologico con piccoli test per la sensibilità e mobilità nervosa (per es. test del monofilamento, valutazione dei riflessi osteo-tendinei e della forza muscolare con apposito martelletto etc)
  • Valutazione finale di tutti gli screening positivi riscontrati

Potrebbero interessarti

  • 8 dicembre 2016Podologo: l’esperto per la cura dei piediNelle competenze del podologo rientrano le asportazioni di tessuti cheratinici ipertrofici, la cura delle patologie delle unghie [onicocriptosi (unghia incarnica), onicogrifosi, onicomicosi], la riabilitazione del passo con tecniche appropriate e con l’utilizzo di presidi ortesici. Posted in Piede diabetico
  • 14 novembre 2016La medicina di genereLa Medicina di genere è finalizzata a garantire l’appropriatezza della terapia a ogni persona, uomo o donna che sia, rafforzando il concetto della centralità del singolo paziente che il medico si trova davanti e alle sue specifiche esigenze di salute. Posted in Diabete al femminile
  • 27 novembre 2016Il diabete…. Un fulmine a ciel sereno!Il diabete di tipo 2 per me è stato un fulmine a ciel sereno! Un fulmine a ciel sereno perché, tra le tante fregature che la vita mi ha “donato”, quella del diabete non l’avevo proprio considerata. Nemmeno un po’. Posted in T’Ai Chi Ch’Uan - Un’ avventura… nel benessere