Fattori di rischio

  • I fattori di rischio per il diabete mellito di tipo 1 non sono ancora del tutto chiariti. Sono state elaborate diverse ipotesi. Proteine del latte ed infezioni virali sono tra i fattori chiamati in causa per spiegare lo scatenarsi del processo autoimmune in soggetti con una particolare predisposizione genetica, ma non si escludono anche altre cause.
  • I fattori di rischio del diabete di tipo 2 sono maggiormente noti e riportati nella tabella seguente.

 

Principali fattori di rischio di diabete di tipo 2
  • Familiarità (in particolare genitori, fratelli o sorelle o figli affetti da diabete)
  • Sovrappeso (Indice di Massa Corporea (IMC o BMI)> 25 Kg/m2) od obesità (IMC>30 Kg/m2)
  • Ipertensione arteriosa
  • Valori elevati di colesterolo nel sangue
  • Valori elevati di trigliceridi nel sangue
  • Precedente diabete insorto in gravidanza (diabete gravidico) o parto di neonato con peso corporeo maggiore di 4 Kg
  • Sedentarietà

 

  • In tutte queste condizioni è sempre consigliabile consultare il proprio medico al fine di eseguire una glicemia a digiuno e, se necessario, un test da carico orale di glucosio. Se i valori sono normali, la glicemia va comunque controllata periodicamente, almeno una-due volte all’anno, con un semplice esame del sangue a digiuno.
  • Dal momento che l’età di insorgenza del diabete mellito di tipo 2 è tra i 35 ed i 45 anni, dopo questa età è opportuno controllare con maggiore regolarità la glicemia plasmatica a digiuno ed effettuare periodicamente un test da carico di glucosio. Infatti, quanto più precoce è la diagnosi, tanto più efficace è la terapia mirata alla prevenzione delle complicanze croniche.

 

 

Potrebbero interessarti

  • 14 novembre 2016La medicina di genereLa Medicina di genere è finalizzata a garantire l’appropriatezza della terapia a ogni persona, uomo o donna che sia, rafforzando il concetto della centralità del singolo paziente che il medico si trova davanti e alle sue specifiche esigenze di salute. Posted in Diabete al femminile
  • 11 novembre 2016Girovita: diamogli un taglioManiglie di Venere, fisico a mela o… odiosa pancetta? Chiamateli come volete ma non esagerate. Troppi chili, soprattutto se concentrati nella parte centrale del corpo aumentano il rischio di diabete, ipertensione e malattie del cuore. Posted in Indici e calcoli, Area interattiva
  • 7 gennaio 2017Prevenzione e cura del piede diabeticoLa cura quotidiana dei piedi è essenziale per la persona con diabete, per mantenerli sani, per facilitare la rapida identificazione di eventuali alterazioni e per prevenire il piede diabetico, una complicanza subdola e invalidante che se diagnosticata precocemente può essere contrastata in modo efficace. Posted in Complicanze