Gli antiossidanti possono aumentare il rischio di diabete di tipo 2

Agiscono contro l’invecchiamento cellulare, ma possono interferire con le molecole protettive Ros. Gli antiossidanti li conoscono ormai tutti, ce ne sono di diversi tipi e per diverse esigenze. Tuttavia, a quanto pare non sono indicati per chi soffre di diabete o è a rischio diabete.
Lo sostengono ricercatori australiani della Monash University che hanno scoperto come le molecole ROS (Reactive Oxygen Species) possano svolgere un ruolo protettivo nelle prime fasi del diabete di tipo 2, rafforzando l’azione dell’insulina. Ma, allo stesso tempo, hanno scoperto che gli antiossidanti potrebbero invece contrastare l’azione delle Ros.
Il prof. Tony Tiganis e colleghi, hanno condotto uno studio sui topi rilevando come alti livelli di Ros possano prevenire l’insorgenza dell’insulino-resistenza e del diabete indotto da una dieta ad alto contenuto di grassi. Tuttavia, quando i topi hanno ricevuto gli antiossidanti il miglioramento avuto nella risposta insulinica è andato perduto e questi sono diventati diabetici.
In controtendenza, gli scienziati della Monash commentano i risultati dicendo che questi vanno contro l’opinione diffusa che le Ros sono sempre e comunque dannose mentre gli antiossidanti sono sempre benefici. In questo caso, invece, «abbiamo dimostrato che le Ros, come il perossido d’idrogeno, sono importanti per la funzione delle cellule normali e che la loro presenza nei muscoli migliora l’azione dell’insulina e favorisce bassi livelli di zuccheri nel sangue» prosegue Tiganis.
Quello che c’è ancora da chiarire, sottolineano poi i ricercatori, è il fatto che l’azione delle Ros sia positiva nelle fasi iniziali del diabete di tipo 2 e diventi negativa nelle fasi successive della malattia. Per questo stanno approfondendo gli studi.
Al momento attuale, il miglior modo per beneficiare di una fonte naturale delle Ros è quello di seguire un’alimentazione corretta e fare esercizio fisico che da soli promuovono l’azione dell’insulina.

 

 

 

Fonte: 12 ottobre, lastampa.it

Potrebbero interessarti

  • 27 aprile 2017Il Diabete giovanile: se ne parlerà il 6 maggio a NovaraObiettivo dell’incontro del 6 maggio è quello di far conoscere, condividere esperienze e saperne di più sul ‘mondo del diabete giovanile’, un tema che interessa sempre più famiglie italiane e che è particolarmente critico sia per il periodo delicato di crescita dell’adolescenza sia per lo stile di vita troppo spesso non adeguato. Posted in Fabio Braga
  • 11 marzo 2017Qi gong. Uno strumento prezioso per la salute e il benessereNon sono un maestro né mai lo sarò. Neppure vorrei esserlo. E i motivi sono innumerevoli. Per cui, parafrasando un grande delle letteratura (lui sì, maestro…) “così è se vi pare…” Essere maestri implica conoscenza, umiltà, costanza, amore per gli altri. In me non credo coesistano tanti valori. Una cosa però è certa: a questo mondo vorrei esprimere il mio umile punto di vista. Posted in T’Ai Chi Ch’Uan - Un’ avventura… nel benessere
  • 27 marzo 2017I lipidi (grassi): classi e funzioni principaliI lipidi dal punto di vista energetico rappresentano la sorgente più concentrata di energia, sono praticamente insolubili in acqua, ma solubili nei solventi organici (etere, benzina, cloroformio, ecc.). Posted in Grassi