I giovani sono più vulnerabili alle conseguenze del diabete di tipo 2

Un anticipo degli effetti del diabete di tipo 2, che normalmente colpiscono gli adulti, sono stati riscontrati nel corso di uno studio in ragazzi al di sotto dei 17 anni, con diabete di tipo 2, nonostante le cure cui erano stati sottoposti; gli autori dello studio spiegano: «La rapida progressione dei sintomi ci ha stupito; pensavamo di aver fornito ai ragazzi i trattamenti migliori, ma nonostante questo, la malattia è avanzata.
Probabilmente, questo dipende dagli ormoni della pubertà, che aumentano l’insensibilità all’insulina».
I ricercatori dell’American Diabetes Association hanno osservato per almeno otto mesi circa 700 giovani dai dieci ai 17 anni, tutti molto sovrappeso e con diabete di tipo 2, una forma che in genere colpisce le persone di oltre 40 anni.
Benché per quattro anni tutti i giovani fossero stati curati con le stesse terapie usate per gli adulti, nel 34% del campione sono stati riscontrati gli effetti della malattia che in genere si presentano più avanti con l’età, come problemi cardiovascolari e pressione alta; inoltre, un indice di sofferenza dei reni, la microalbuminuria, è passata dal 6,3% dei ragazzi al 17%.
Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Diabetes Care.


Fonte:

The TODAY clinical trial  – Rapid Rise in Hypertension and Nephropathy in Youth With Type 2 Diabetes. Diabetes Care June 2013 vol. 36 no. 6 1735-1741 

Potrebbero interessarti

  • 19 settembre 2017DT2, Studio DEVOTE: meno ipoglicemie gravi, più basso rischio di mortalitàI nuovi risultati dello studio DEVOTE, primo studio sugli esiti cardiovascolari che confronta le due insuline basali degludec e glargine, in pazienti con diabete di tipo 2, sono stati presentati al recente 53° Congresso dell’#EASD2017 (European Association for the Study of Diabetes) di Lisbona e pubblicati in contemporanea sulla prestigiosa rivista scientifica Diabetologia. Posted in Metformina e ipoglicemizzanti orali
  • 10 agosto 2017La sfida del “diabete urbano”Nel 1950 un abitante del pianeta su 3, pari a 749 milioni di persone, viveva in città; oggi è 1 su 2, cioè 3,9 miliardi; entro il 2050 saranno 2 su 3, per 6,4 miliardi. Contemporaneamente cresce il numero di persone con diabete, passate dai 285 milioni del 2010 ai 415 milioni di oggi. Posted in Italia
  • 16 ottobre 201714-20 novembre 2017: nelle farmacie aderenti, screening gratuito della glicemiaDiabete: in occasione della Giornata Mondiale del Diabete 2017, è prevista la prima Campagna Nazionale di Screening nelle Farmacie aderenti. Dal 14 al 20 novembre, offriranno gratuitamente l’autoanalisi della glicemia ai cittadini che lo desiderano e li sottoporranno a un questionario anonimo. Posted in NEWS - 2017