I nutrienti

Siamo quello che mangiamo!
Il cibo è da sempre una delle necessità primarie della vita. Molte persone, tuttavia, lo considerano come un semplice mezzo di soddisfazione del proprio appetito, senza alcuna particolare o minima attenzione verso la sua composizione, quantità e varietà, fattori che condizionano nel tempo lo stato di salute di un individuo.

I nutrienti
Attraverso gli alimenti si introducono sostanze nutrienti indispensabili per mantenersi in buona salute e pienamente efficienti. Una dieta varia, ben bilanciata, aiuta a creare persone meglio nutrite, più sane, più ottimiste, e favorisce l’allungamento della vita. Sulla base della quantità che si ritrova normalmente nella dieta i nutrienti vengono suddivisi in macronutrienti (zuccheri, grassi e proteine) e micronutrienti (vitamine e minerali).

 

 

MACRONUTRIENTI Carboidrati o Glucidi (Zuccheri) »
Lipidi (Grassi) »
Protidi (Proteine) »
MICRONUTRIENTI Vitamine »
Minerali »

Sintesi delle funzioni dei nutrienti nel cibo
I nutrienti contenuti nel cibo devono svolgere almeno tre funzioni di base:

 

. 1 .
FORNIRE FONTI ENERGETICHE
(Carboidrati, lipidi)
. 2 .
COSTRUIRE I TESSUTI
(Proteine)
. 3 .
REGOLARE I PROCESSI METABOLICI
(Proteine, carboidrati, vitamine, minerali)

 

È importante sottolineare che i nutrienti interagiscono tra di loro. Esistono intime correlazioni tra tutti i nutrienti di base e i loro prodotti metabolici. Essi interagiscono costantemente come un “sistema dinamico” per creare e mantenere in buona salute il corpo umano. La carenza di uno o più nutrienti può, quindi, condizionare l’intero sistema.

Potrebbero interessarti

  • 27 marzo 2017I lipidi (grassi): classi e funzioni principaliI lipidi dal punto di vista energetico rappresentano la sorgente più concentrata di energia, sono praticamente insolubili in acqua, ma solubili nei solventi organici (etere, benzina, cloroformio, ecc.). Posted in Grassi
  • 11 marzo 2017Impariamo a leggere le etichette alimentariLeggere le etichette può contribuire alla prevenzione delle malattie: è possibile fare scelte più sane e più corrette in termini di apporto ed equilibrio tra i nutrienti e nel lungo termine questo può fare la differenza. Posted in Comportamento a tavola
  • 22 aprile 2017Colesterolo “cattivo” e colesterolo “buono”. Perché?Il colesterolo è un particolare grasso (o lipide) che si trova esclusivamente negli alimenti di origine animale e può essere sintetizzato anche dal nostro organismo. E’ una molecola di grande importanza e utilità biologica, componente di tutte le membrane cellulari e del rivestimento di mielina che ricopre i nervi. Posted in Grassi