Il danno dei piccoli vasi periferici

Le complicanze microvascolari, tipiche del diabete, interessano i piccoli vasi della circolazione periferica (rete capillare, vedi sotto), soprattutto a carico di occhi (retinopatia), reni (nefropatia) e sistema nervoso (neuropatie periferiche).
Molta attenzione ed una cura costante va rivolta al piede, che va incontro a rischi di ulcerazioni anche gravi (che possono ulteriormente complicarsi con gravi infezioni); si tratta del cosiddetto “piede diabetico” che può essere dovuto sia ad una riduzione della circolazione arteriosa che ad alterazioni dirette delle fibre nervose del piede.


Rete capillare
I due sistemi circolatori, arterioso e venoso, sono collegati dai capillari, che formano delle vere e proprie reti la cui densità varia a seconda del tipo di tessuto. Le pareti dei capillari sono permeabili in modo da permettere lo scambio – tra il sangue e le cellule dei tessuti – di sostanze nutritive, di liquidi che trasportano ossigeno e di prodotti di scarto.

reteCapillare

Potrebbero interessarti

  • 18 gennaio 2017La dermopatia diabetica (“shin spots”): che cos’è?Il diabete di tipo 2, essendo una malattia metabolica, ha conseguenze su molti organi del nostro corpo, compresa la cute. La dermatopatia diabetica è tra le manifestazioni cutanee più comuni tra i diabetici di lunga data. Posted in Diabete e prurito
  • 7 gennaio 2017Prevenzione e cura del piede diabeticoLa cura quotidiana dei piedi è essenziale per la persona con diabete, per mantenerli sani, per facilitare la rapida identificazione di eventuali alterazioni e per prevenire il piede diabetico, una complicanza subdola e invalidante che se diagnosticata precocemente può essere contrastata in modo efficace. Posted in Complicanze
  • 5 dicembre 2016Com’è fatto il nostro occhio?La superficie del bulbo oculare è formata da tre strati: il più esterno, molto resistente, la sclera, che costituisce la parte bianca dell’occhio e contribuisce a determinarne la forma. Posted in Complicanze oculari - Retinopatia