Il diabete è favorito dal fumo, anche da quello passivo

Secondo una ricerca del Brigham and Women’s Hospital di Boston l’insorgenza del diabete di tipo 2 è favorita non sono dal fumo attivo ma anche da quello passivo. Nel 1982 erano stati distribuiti a 100mila infermiere altrettanti questionari sul loro rapporto con il fumo attivo o sulla loro eventuale esposizione al fumo passivo; gli studiosi americani, guidati da John P. Forman, hanno analizzato le risposte ai questionari e hanno verificato che dopo 24 anni, nel 2006, fra le infermiere che avevano partecipato alla ricerca ne risultava malata di diabete una su 18. Fra le fumatrici ‘attive’, che superavano le 40 sigarette al giorno, annualmente si registravano 30 nuovi casi di diabete di tipo 2 ogni 10mila partecipanti, invece fra quelle che non avevano rapporti con il fumo di nessun tipo i nuovi casi erano 25 ogni 10mila. Maggiori i rischi per le donne esposte al fumo passivo o per le ex fumatrici: 39 nuovi casi ogni 10mila ma dopo che gli studiosi hanno eliminato gli altri eventuali fattori di rischio, rispetto alle donne esposte al fumo passivo le ex fumatrici registravano un rischio più alto del 12%. La ricerca è stata pubblicata su Diabetes Care.

 

 

Fonte 11 marzo 2011, asca.it

Potrebbero interessarti

  • 16 febbraio 2017Nuoto e subacquea, ok anche nei bambini con diabete tipo 1Intervista rilasciata da Marco Alleva, subacqueo ed apneista dell’Associazione 1° Club Lacustre Sommozzatori di Novara e papà di Giorgio, 13 anni, con diabete di tipo 1. Posted in Prevenzione e Terapia
  • 19 aprile 2017Urbanizzazione e salute: due facce della stessa medagliaEntro il 2030, 1 miliardo e mezzo di persone si sposterà dalle campagne alle città, provocando l’urbanizzazione di 1,5 milioni di chilometri quadrati. Fenomeno sociale inarrestabile e tendenza irreversibile, che va gestito e studiato dal punto di vista di: assetto urbanistico, trasporti, contesto occupazionale, ma soprattutto salute pubblica, perché è indissolubilmente legato […] Posted in Mondo, Europa
  • 6 marzo 2017Diario indiano – In bicicletta col diabete di tipo 1L'arrivo a Jaipur, India, ci sconvolge immediatamente i sensi: l'udito è stordito dalla vita chiassosa della città e dai clacson perennemente in funzione nelle mani di guidatori spericolati; l'olfatto è deliziato dai profumi intensi del cibo di strada e poi mortificato dal tanfo di urina che proviene dagli orinatoi piazzati sulle pareti di vie pubbliche; il gusto è disorientato dalle […] Posted in For a piece of cake