Il glutine ai bambini non accelera la comparsa del diabete

La rivista Diabetes Care ha pubblicato una ricerca del Children’s Hospital di Pittsburgh secondo cui ritardando l’introduzione del glutine nell’alimentazione dei neonati che sono geneticamente predisposti al diabete non se ne ritarda la comparsa e il decorso, al contrario di quanto sostenevano precedenti studi.
Nell’alimentazione di alcuni bambini di un gruppo di 150, con almeno un genitore o un fratello con diabete di tipo 1, al raggiungimento del primo anno di vita i ricercatori americani hanno introdotto il glutine in modo casuale (random) e hanno constatato che la loro crescita è stata regolare e che fra loro il diabete è comparso alla stessa età dei bambini del gruppo di controllo.
La ricerca non ha confermato la convinzione di alcuni studiosi secondo cui il ritardo oltre il primo anno d’età dell’introduzione del glutine nell’alimentazione dei bambini potrebbe aumentare il rischio di celiachia.

 

 
Fonte Diabetes Care, maggio 2011

Potrebbero interessarti

  • 20 marzo 2017Attenti a una dieta gluten free, quando non necessario!Mangiare senza glutine sta diventando di moda anche tra chi non ne ha bisogno. Questo comportamento potrebbe risultare non salutare nel lungo periodo, in particolare per chi è a rischio o soffre già di diabete di tipo 2. Posted in A tavola con il diabete
  • 19 aprile 2017Urbanizzazione e salute: due facce della stessa medagliaEntro il 2030, 1 miliardo e mezzo di persone si sposterà dalle campagne alle città, provocando l’urbanizzazione di 1,5 milioni di chilometri quadrati. Fenomeno sociale inarrestabile e tendenza irreversibile, che va gestito e studiato dal punto di vista di: assetto urbanistico, trasporti, contesto occupazionale, ma soprattutto salute pubblica, perché è indissolubilmente legato […] Posted in Mondo, Europa
  • 8 febbraio 2017Malattie autoimmuni: tendono ad associarsi nello stesso soggettoLe malattie autoimmuni sono causate da errori del sistema immunitario, che inizia ad aggredire cellule dei tessuti sani invece di attaccare i nemici: virus, batteri, tossine etc che l’organismo può ospitare. Possono colpire un solo organo o organi diversi anche nella stessa persona e in genere la causa non è nota. Posted in Diabete di tipo 1