Il rischio di diabete può ridursi prendendo il sole

Una ricerca australiana ha scoperto una relazione fra diabete e vitamina D e raccomanda alle persone a rischio di diabete di esporsi al sole, oltre che a condurre uno stile di vita sano, con attività fisica e dieta equilibrata. Lo studio ha coinvolto oltre 5.000 persone nel cui sangue i ricercatori del Melbourne Pathology hanno misurato i nanomoli di vitamina D. La presenza di meno di 50 nanomoli per litro di sangue annuncia una carenza di vitamina D: gli studiosi australiani hanno osservato che il rischio di sviluppare il diabete diminuiva del 24% ogni 25 nanomoli di vitamina D in più presenti nel sangue delle persone esaminate. I soggetti a rischio, per colmare le carenze di vitamina D e non potendo esporsi al sole, dovrebbero assumere integratori alimentari. Lo studio è stato riportato dal Daily Mail.

 

Fonte 30 luglio 2011, agi.it

Potrebbero interessarti

  • 27 aprile 2017Il Diabete giovanile: se ne parlerà il 6 maggio a NovaraObiettivo dell’incontro del 6 maggio è quello di far conoscere, condividere esperienze e saperne di più sul ‘mondo del diabete giovanile’, un tema che interessa sempre più famiglie italiane e che è particolarmente critico sia per il periodo delicato di crescita dell’adolescenza sia per lo stile di vita troppo spesso non adeguato. Posted in Fabio Braga
  • 31 maggio 2017I rischi del fumoIl fumo è considerato il principale fattore di rischio per le patologie respiratorie, malattie cardiovascolari, tumori al polmone, al cavo orale, laringe e diversi tipi di neoplasie. Il fumo, attivo o passivo, produce nell’organismo diversi effetti dannosi, tra cui un maggior rischio di diabete di tipo 2. Posted in Fumo
  • 26 giugno 2017Diabete e osteoporosi: quale correlazione?Un maggior rischio di fratture da osteoporosi è stato riscontrato sia in pazienti con diabete di tipo 1 che diabete di tipo 2 (DT2). Il meccanismo responsabile è particolarmente complesso e non ancora del tutto chiarito. Posted in Diabete e osteoporosi