Il rischio di ereditarietà

Il diabete non viene trasmesso dalla madre al figlio, attraverso la placenta, come in una malattia di tipo virale. Esiste però un rischio genetico, una predisposizione che può derivare da entrambi i genitori. Le ricerche scientifiche hanno documentato che la trasmissione ereditaria è limitata al tipo di diabete del genitore e che di norma la probabilità è minore nel caso del diabete di tipo 1.

 
La storia familiare influisce sul rischio di diabete gestazionale

Un recente studio americano pubblicato nel 2009 su una prestigiosa rivista scientifica ha documentato che la probabilità di diabete gestazionale era significativamente più alta nelle donne la cui madre, padre o sorella/fratello erano diabetici rispetto alle donne senza alcuna storia familiare di diabete. Il maggiore rischio era conferito dall’avere un fratello o una sorella affetto dalla malattia.
Nelle conclusioni del lavoro, gli autori sottolineano che il diabete gestazionale potrebbe avere uno schema di trasmissione differente da quello del diabete diagnosticato prima di una gravidanza. Ulteriori studi sono comunque necessari per identificare i fattori genetici determinanti nell’insorgenza del diabete gestazionale.

 

Il rischio genetico
  • La probabilità per una donna con diabete di tipo 1 di avere un figlio che potrà sviluppare diabete nel corso della sua vita è tra l’1 e il 4%.
  • Per una donna con diabete di tipo 2 la probabilità di avere figli che svilupperanno diabete di tipo 2 è doppia rispetto alla restante popolazione. 
  • I numeri assoluti sono tuttavia così bassi da non giustificare alcuna limitazione al desiderio di gravidanza e in questo senso le donne debbono essere rassicurate.
Fonte: Family history affects gestational diabetes risk, AM J Obstet Gynecol, 2009; Studio D.A.W.N. Italia – Il diabete in gravidanza, 2009

 

 

Potrebbero interessarti