Il trattamento di un’ulcera del piede

Obiettivi Strategia
  • Migliorare la circolazione
Tecniche vascolari non invasive
Angioplastica percutanea transuminale (PTA)
Chirurgia vascolare
  • Trattare l’edema
  • Controllo del dolore
Analgesici
Alleviare l’ansia
  • Trattamento dell’infezione
Antibiotici

  • Orale
  • Parenterale

Coltura, biopsia
radiografia, TAC, Scintigrafia ossea, RMN

  • Migliorare il controllo metabolico
  • Riduzione del carico
Calzature curative
Plantari/ortesi
Gessi a contatto totale/
stivaletti in resine polimetriche
Stampelle
Sedia a rotelle/riposo a letto
  • Trattamento topico
Detersione
Medicazione
Agenti topici
Trapianto di pelle
  • Chirurgia del piede
Incisione/drenaggio
Chirurgia correttiva
Amputazione
  • Condizioni generali
Trattamento cardiovascolare
Trattamento della retinopatia/nefropatia
Trattamento della malnutrizione
Cessare di fumare
  • Ambiente
Educazione paziente/staff
Adesione
Assistenza/follow up
Multidisciplinarità
Fonte: Documento di Consenso Internazionale sul Piede Diabetico, 2004
 

 

Potrebbero interessarti

  • 24 marzo 2017Quando e perché si forma un’unghia incarnita?L’unghia incarnita o onicocriptosi, utilizzando un termine medico - dal greco onyx = unghia e kryptos = nascosta - , è un disturbo che colpisce le unghie dei piedi, con una maggiore prevalenza a carico dell’alluce, pur non escludendo le altre dita. Posted in Unghie e onicopatie
  • 27 aprile 2017Il Diabete giovanile: se ne parlerà il 6 maggio a NovaraObiettivo dell’incontro del 6 maggio è quello di far conoscere, condividere esperienze e saperne di più sul ‘mondo del diabete giovanile’, un tema che interessa sempre più famiglie italiane e che è particolarmente critico sia per il periodo delicato di crescita dell’adolescenza sia per lo stile di vita troppo spesso non adeguato. Posted in Fabio Braga
  • 3 maggio 2017MicroalbuminuriaLa presenza di piccole quantità di albumina nelle urine (microalbuminuria) può comparire negli stadi molto precoci della nefropatia diabetica e può fungere da campanello d’allarme per questa temibile complicanza. Posted in Capire gli esami