In crescita l’obesità in Europa anche se in Italia va un po’ meglio

Secondo il rapporto ‘Health at a Glance Europe 2010’, redatto dall’Ocse (Organizzazione per la Cooperazione Economica e lo Sviluppo) sulla salute dei cittadini dell’Unione Europea, l’obesità è una patologia in continua crescita in molti Paesi a causa delle cattive abitudini alimentari e della scarsa attività fisica, tanto che oltre la metà della popolazione adulta dell’UE è obesa o sovrappeso. Il 20% dei cittadini del Regno Unito sono in sovrappeso o obesi e per questo sono al primo posto nella classifica dell’obesità europea; un tasso più basso, anche se in crescita, si registra in Francia, Svizzera e Italia. Il numero di europei obesi è raddoppiato negli ultimi vent’anni e anche l’obesità infantile è in continua crescita: l’incidenza di bambini europei obesi si valuta intorno a uno su sette. Ed è noto che sovrappeso e obesità rappresentano fattori di rischio per ipertensione, diabete, problemi cardiovascolari e a carico dell’apparato respiratorio, colesterolo alto, artrite e alcune forme di cancro..

 

 
Fonte: 9 dicembre 2010, italia-news.it

Potrebbero interessarti

  • 16 gennaio 2017Farmaci. 1 Italiano su 3 non segue la prescrizione del medicoItaliani “anarchici” per quanto riguarda la terapia con farmaci. E questo comportamento ha risvolti negativi sull’aderenza terapeutica. A sottolinearlo è un'indagine dell'Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda) nella quale si evidenzia la necessità di una migliore comunicazione tra medico e paziente. Posted in Italia
  • 14 novembre 2016La medicina di genereLa Medicina di genere è finalizzata a garantire l’appropriatezza della terapia a ogni persona, uomo o donna che sia, rafforzando il concetto della centralità del singolo paziente che il medico si trova davanti e alle sue specifiche esigenze di salute. Posted in Diabete al femminile
  • 7 dicembre 2016Roma: metropoli scelta per il 2017 dal programma Cities Changing Diabetes®Il progetto coinvolge Istituzioni nazionali, amministrazioni locali, mondo accademico e terzo settore, con l’obiettivo di evidenziare il legame fra il diabete, in particolare diabete di tipo 2, e le grandi città e promuovere iniziative per salvaguardare la salute dei cittadini e prevenire la malattia. Posted in Mondo, Europa