La carne insaccata e i salumi aumentano il rischio di diabete

Una ricerca della Harvard School of Public Health ha dimostrato che 50 grammi di carne rossa al giorno trasformata in insaccati, hot dog, ecc, aumenta il rischio di diabete di tipo 2 del 51%; il rischio aumenta invece solo del 19% se ogni giorno si mangia un etto di carne rossa non trasformata. Sostituire la carne rossa con carni bianche, latticini a basso contenuto di grassi e noci abbassa ulteriormente il rischio, come raccomanda il primo autore della ricerca, Frank Hu: «Chiaramente i risultati di questo studio hanno enormi implicazioni per la salute pubblica, dato il crescente consumo in tutto il mondo di carni rosse e la connessa possibile crescita del diabete di tipo 2.
La buona notizia è che questi fattori di rischio possono facilmente essere compensati scambiando il consumo di carne rossa con alimenti proteici più sani».
Lo studio, che è stato pubblicato sul Journal of Clinical Nutrition, è il più ampio realizzato finora in questo campo: i ricercatori americani hanno analizzato le risposte alle domande date sull’argomento da oltre 200mila persone di età fra i 14 e i 28 anni.
 

 
Fonte 11 agosto 2011, agi.it

Potrebbero interessarti

  • 19 settembre 2017DT2, Studio DEVOTE: meno ipoglicemie gravi, più basso rischio di mortalitàI nuovi risultati dello studio DEVOTE, primo studio sugli esiti cardiovascolari che confronta le due insuline basali degludec e glargine, in pazienti con diabete di tipo 2, sono stati presentati al recente 53° Congresso dell’#EASD2017 (European Association for the Study of Diabetes) di Lisbona e pubblicati in contemporanea sulla prestigiosa rivista scientifica Diabetologia. Posted in Metformina e ipoglicemizzanti orali
  • 12 agosto 2017Pomodoro, il re dell’estate è ricco di licopeneIl pomodoro è, insieme alla melanzana e al peperone, uno degli ortaggi protagonisti dell’estate e della cucina italiana e più in generale mediterranea. Nonostante oggi lo si trovi presente sui banchi dell’ortofrutta tutto l’anno, il pomodoro dà il meglio di sé in estate, quando matura…. secondo natura. Posted in Fibre, frutta e verdura
  • 10 agosto 2017La sfida del “diabete urbano”Nel 1950 un abitante del pianeta su 3, pari a 749 milioni di persone, viveva in città; oggi è 1 su 2, cioè 3,9 miliardi; entro il 2050 saranno 2 su 3, per 6,4 miliardi. Contemporaneamente cresce il numero di persone con diabete, passate dai 285 milioni del 2010 ai 415 milioni di oggi. Posted in Italia