La prima colazione protegge dalle malattie cardiache e dal diabete

Una conferma che la prima colazione è il pasto più importante della giornata arriva da uno studio condotto in Tasmania da un gruppo di ricercatori del Menzies Research Institute secondo il quale saltare la colazione per lunghi periodi può portare come conseguenze alcune malattie cardiache e il diabete. Un’indagine condotta per 20 anni dal National Nutrition Survey su duemila persone nel corso della loro vita, ha rivelato che il 23% degli adulti e il 10% dei bambini normalmente non fa colazione. La prima autrice della ricerca australiana, Kylie Smith, ha spiegato che «La circonferenza della vita è maggiore fra le persone che nella loro vita abitualmente non fanno colazione, così come sono più alti i livelli di insulina a digiuno, del colesterolo totale e del colesterolo ‘cattivo’ LDL. E questo aumenta il rischio di malattie cardiache e di diabete». Come ha dichiarato Alison Venn, che ha supervisionato lo studio «Sarebbe importante per la salute pubblica promuovere i vantaggi della prima colazione, a cominciare dai genitori che dovrebbero dare il buon esempio ai figli». La ricerca è stata pubblicata sull’American Journal of Clinical Nutrition.

 

 

 

Fonte: 11 novembre, salute24.ilsole24ore.com

Potrebbero interessarti

  • 31 marzo 2017Promuovere il Patient Engagement nella gestione della cronicità: raccomandazioni per la praticaMercoledì 5 aprile 2017, all’Università Cattolica in largo Gemelli, Milano ricercatori, rappresentanti del mondo clinico, delle associazioni di pazienti e di volontariato e della politica si confronteranno nella Prima Conferenza di Consenso Italiana sul Patient Engagement (CCIPE) in ambito clinico-assistenziale per le malattie croniche, tra cui il diabete. Posted in Linee guida
  • 19 aprile 2017Urbanizzazione e salute: due facce della stessa medagliaEntro il 2030, 1 miliardo e mezzo di persone si sposterà dalle campagne alle città, provocando l’urbanizzazione di 1,5 milioni di chilometri quadrati. Fenomeno sociale inarrestabile e tendenza irreversibile, che va gestito e studiato dal punto di vista di: assetto urbanistico, trasporti, contesto occupazionale, ma soprattutto salute pubblica, perché è indissolubilmente legato […] Posted in Mondo, Europa
  • 16 febbraio 2017Insulina degludec rimborsabile (classe A) anche in bambini e adolescentiIl 10 febbraio è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Determina dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) per la rimborsabilità dell’indicazione in pediatria dell’insulina degludec (Tresiba®) per il trattamento del diabete tipo 1 in bambini dall’età di 1 anno. Posted in NEWS - 2017