La salute mentale è legata all’obesità

Gli obesi soffrono più frequentemente di ansia e di problemi di salute mentale in generale. Lo stato di salute fisica e mentale di oltre 1.200  volontari sono stati esaminati dagli studiosi dell’Università del Queensland Centrale che hanno osservato che i problemi emotivi avevano un impatto maggiore sulle loro attività fra gli obesi di 45 e i 54 anni rispetto ai coetanei più magri; inoltre, nel mese precedente l’inizio dello studio gli obesi si sono sentiti meno tranquilli. Quello che i ricercatori non hanno ancora stabilito è se i problemi di salute mentale siano causati dall’obesità o ne siano una conseguenza. Brenda Happel, dell’Istituto di Ricerca sulla Salute e le Scienze dell’università australiana, ha scritto sull’Australian Health Review che «Un obeso ha spesso problemi di salute e questo gli provoca ansia e depressione che a loro volta influiscono negativamente sulla sua capacità di dedicarsi all’esercizio fisico e a un’alimentazione sana. Nell’obeso spesso si crea un ‘ciclo’ in cui l’obesità è fonte di ansia e questa lo spinge a uno stile di vita poco sano». Anche i consigli alimentari delle riviste che contemporaneamente ospitano pubblicità di prodotti dimagranti insieme a quelle di alimenti ricchi di zuccheri possono disorientare chi legge. In Australia il 61% degli adulti e il 25% dei minori è obeso o sovrappeso.

 
Fonte: 24 gennaio 2011, Sanità News ISS

Potrebbero interessarti

  • 2 novembre 2016Il metodo WALIl Metodo WAL è un metodo di allenamento insieme fisico e mentale che regala agilità, salute e gioventù sia al corpo che al cervello. Posted in Guide generali
  • 24 ottobre 2016Il diabete nei bambini “opprime” mamma e papàLa principale ansia per i genitori di un bambino con diabete? La riduzione del livello di zuccheri nel sangue e le crisi di ipoglicemia. È questo il vero incubo per 7 genitori su 10, secondo l’indagine internazionale DAWN Youth promossa da International Diabetes Federation (IDF) e International Society for Pediatric and Adolescent Diabetes (ISPAD). Posted in Diabete di tipo 1
  • 28 novembre 2016T’Ai Chi Ch’Uan: le originiIl T’AI Chi Ch’Uan (il cui nome cinese è “Boxe della suprema polarità”) ha un’origine semplice e complessa al tempo stesso. Nato come stile e disciplina “segreta” la sua storia si perde nella notte dei tempi e, attraverso varie leggende è pervenuta fino ai noi grazie a vari maestri, il più noto dei quali fu Chang Dsu Yao. Posted in T’Ai Chi Ch’Uan - Un’ avventura… nel benessere