Lipidi e diabete

L’APPORTO DI GRASSI NON DEVE CONTRIBUIRE PER PIÙ DEL  30% DELL’ENERGIA TOTALE GIORNALIERA INTRODOTTA CON GLI ALIMENTI
  • L’apporto giornaliero di grassi saturi deve essere inferiore al 10% delle calorie totali. Un’introduzione inferiore (< 7%) può essere utile se il colesterolo LDL (colesterolo cattivo) è > 100 mg/dl.
  • Gli oli ricchi in acidi grassi monoinsaturi (MUFA) rappresentano una fonte importante di grassi e possono fornire, secondo le preferenze individuali, dal 10 al 20% dell’energia totale introdotta giornalmente con gli alimenti.
  • L’assunzione di acidi grassi trans deve essere minimizzata (< 1%).
  • Gli acidi grassi polinsaturi (PUFA) non devono contribuire per più del 10% dell’energia totale giornaliera introdotta con gli alimenti.
  • Il colesterolo introdotto con la dieta non dovrebbe superare i 300 mg al giorno e può essere ridotto ulteriormente se il colesterolo LDL è > 100 mg/dl.
  • Nei soggetti in sovrappeso, l’introduzione di grassi per meno del 30% dell’energia totale giornaliera, può facilitare la perdita di peso.

Potrebbero interessarti

  • 27 marzo 2017I lipidi (grassi): classi e funzioni principaliI lipidi dal punto di vista energetico rappresentano la sorgente più concentrata di energia, sono praticamente insolubili in acqua, ma solubili nei solventi organici (etere, benzina, cloroformio, ecc.). Posted in Grassi
  • 22 aprile 2017Che cosa succede quando il colesterolo in circolo è troppo altoIl rischio è che si inneschi il processo dell’aterosclerosi, che progredisce in modo silente fino alla completa ostruzione dei vasi o alla formazione di trombi che ostruiscono il flusso del sangue e che aumentano notevolmente il rischio di malattie cardiovascolari, danni renali e ictus cerebrale. Posted in Grassi
  • 26 aprile 2017Che cosa sono i trigliceridi?I trigliceridi sono i grassi più diffusi, costituiscono il 90% dei grassi presenti negli alimenti e sono i principali componenti del tessuto adiposo (quelli che si depositano nei famosi cuscinetti!) e che formano il grasso viscerale intorno alla vita, il più pericoloso per la salute di cuore, vasi, cervello e rene. Posted in Grassi