Lotta all’obesità con buona alimentazione

‘Una buona alimentazione parte anche da una buona comunicazione’ è il titolo significativo del convegno organizzato dall’Associazione per lo studio e la ricerca sui Disordini Alimentari e l’Obesita’ (Adao) a Roma, durante il quale è stato presentato un disegno di legge a tutela delle persone affette da obesità grave, il primo in Europa così completo.
L’obesità affligge 4 milioni di italiani cioè l’11% (10,5% gli uomini, 9,1% le donne), con un aumento del 25% negli ultimi 15 anni; sono in sovrappeso il 42,5% degli uomini e il 26% delle donne, in maggioranza al sud. Gli over 40 sono più a rischio ma l’obesità infantile è in continuo aumento.
Il disegno di legge è stato presentato alla Commissione Igiene e Sanità del Senato – all’esame in questi giorni – dal senatore Mauro Cutrufo, vicesindaco di Roma e condiviso dal senatore Antonio Tomassini, presidente della commissione Igiene e Sanità del Senato. Il ddl affronta tutti gli aspetti della questione, dai trasporti ai ricoveri negli ospedali dove, per esempio, la maggior parte dei lettini regge fino a un massimo di 150 kg.
Il senatore Cutrufo ha dichiarato «Per la prima volta si affronta a livello legislativo un problema che affligge l’11% degli italiani e che è in preoccupante aumento, anche fra i bambini; di questo passo nel 2025 il tasso di obesità negli adulti aumenterà del 43%».
Per il senatore Antonio Tomassini «La lotta all’obesità non è una questione di moda ma si tratta di combattere una vera e propria patologia, legata all’aspettativa di vita delle persone: è infatti la prima causa di morte tra i 12 e i 25 anni e tra le principali cause di suicidio. Per questo bisogna fare prevenzione e indagare sul vero cuore del problema, i disturbi del comportamento alimentare. Gli obesi gravi non sono ancora riconosciuti come malati: in Italia i centri di accoglienza sono solo 18. Alla base del ddl ci sono prevenzione e ricerca per aprire un cammino di speranza a queste persone, spesso condannate all’isolamento sociale».
Il senatore Cutrufo ha concluso: «Il ddl dovrebbe superare l’esame di Palazzo Madama prima di Pasqua o subito dopo, per avere prima di giugno di quest’anno l&’approvazione di una legge che sarà esempio di civiltà».

 

 
Fonte: 3 marzo 2010, portal.federsanita.it

Potrebbero interessarti

  • 10 agosto 2017La sfida del “diabete urbano”Nel 1950 un abitante del pianeta su 3, pari a 749 milioni di persone, viveva in città; oggi è 1 su 2, cioè 3,9 miliardi; entro il 2050 saranno 2 su 3, per 6,4 miliardi. Contemporaneamente cresce il numero di persone con diabete, passate dai 285 milioni del 2010 ai 415 milioni di oggi. Posted in Italia
  • 12 agosto 2017Pomodoro, il re dell’estate è ricco di licopeneIl pomodoro è, insieme alla melanzana e al peperone, uno degli ortaggi protagonisti dell’estate e della cucina italiana e più in generale mediterranea. Nonostante oggi lo si trovi presente sui banchi dell’ortofrutta tutto l’anno, il pomodoro dà il meglio di sé in estate, quando matura…. secondo natura. Posted in Fibre, frutta e verdura
  • 14 settembre 2017Metformina nelle donne con precedente diabete gestazionale: previene il diabete?La somministrazione di metformina a lungo termine (15 anni) in donne che hanno sofferto di diabete gestazionale durante la gravidanza sembra essere particolarmente efficace nel prevenire l’insorgenza di diabete di tipo 2, e potrebbe giustificare un maggiore utilizzo preventivo nelle donne a rischio elevato. Posted in Metformina e ipoglicemizzanti orali