Maggiore supporto degli operatori sanitari per aiutare diabetici nell’autogestione

Nonostante sia ormai considerato la piaga che affligge la società del benessere, il diabete resta una malattia che molti pazienti non riescono a gestire autonomamente a causa dei numerosi ostacoli sociali, ambientali, psicologici ma anche economici che si presentano a chi deve affrontarla giorno dopo giorno.
Le strutture e gli operatori sanitari dovrebbero impegnarsi a migliorare i programmi finora messi a punto per il supporto ai diabetici rafforzando il supporto alle famiglie e migliorando l’efficienza e l’accessibilità ai sistemi assistenziali.
Poiché quella contro il diabete è una lotta che ciascun malato dovrà affrontare per tutto il resto della sua vita, è indispensabile uno sforzo da parte degli addetti ai lavori affinché il cambiamento nello stile di vita, necessario per convivere con il diabete, sia privo di ostacoli e il più naturale possibile: solo così i risultati potranno essere duraturi e il paziente potrà tenere sotto controllo la malattia senza sforzi eccessivi.

 

 

Fonte: Journal of Nursing and Healthcare of Chronic Illness, 2009; 1: 4-19

Potrebbero interessarti

  • 27 aprile 2017Il Diabete giovanile: se ne parlerà il 6 maggio a NovaraObiettivo dell’incontro del 6 maggio è quello di far conoscere, condividere esperienze e saperne di più sul ‘mondo del diabete giovanile’, un tema che interessa sempre più famiglie italiane e che è particolarmente critico sia per il periodo delicato di crescita dell’adolescenza sia per lo stile di vita troppo spesso non adeguato. Posted in Fabio Braga
  • 31 marzo 2017Promuovere il Patient Engagement nella gestione della cronicità: raccomandazioni per la praticaMercoledì 5 aprile 2017, all’Università Cattolica in largo Gemelli, Milano ricercatori, rappresentanti del mondo clinico, delle associazioni di pazienti e di volontariato e della politica si confronteranno nella Prima Conferenza di Consenso Italiana sul Patient Engagement (CCIPE) in ambito clinico-assistenziale per le malattie croniche, tra cui il diabete. Posted in Linee guida
  • 11 marzo 2017Qi gong. Uno strumento prezioso per la salute e il benessereNon sono un maestro né mai lo sarò. Neppure vorrei esserlo. E i motivi sono innumerevoli. Per cui, parafrasando un grande delle letteratura (lui sì, maestro…) “così è se vi pare…” Essere maestri implica conoscenza, umiltà, costanza, amore per gli altri. In me non credo coesistano tanti valori. Una cosa però è certa: a questo mondo vorrei esprimere il mio umile punto di vista. Posted in T’Ai Chi Ch’Uan - Un’ avventura… nel benessere