Malattie cardiovascolari e diabete: donne con ipertensione in gravidanza sono più a rischio

Un recente studio condotto da un team di ricercatori americani presso la Yale University School of Medicine ha mostrato che esiste un rischio più alto di sviluppare diabete di tipo 2 e ipertensione per le donne che già durante la gravidanza hanno avuto problemi di ipertensione, un disturbo che interessa il 5-7% delle gestanti con una forte prevalenza fra quelle in attesa del primo figlio.
Poiché i dati relativi all’associazione fra questi disturbi e successivi problemi cardiovascolari sono scarsi, i ricercatori hanno voluto approfondire la relazione fra episodi di ipertensione gestazionale e preeclampsia con successivi disturbi dell’apparato cardiocircolatorio, prendendo in esame a tal fine due gruppi di donne danesi. Il primo gruppo comprendeva  782,287 donne che avevano partorito il primo figlio tra il 1978 e il 2007, mentre del secondo gruppo facevano parte 536,419 donne che avevano partorito due figli negli stessi anni. In entrambi i gruppi non sono state prese in considerazione donne diabetiche o con precedenti malattie cardiovascolari.
Lo studio ha evidenziato che in totale 43,109 donne del primo gruppo e 40,450 donne del secondo hanno sofferto di ipertensione o preeclampsia durante la gravidanza.
Unendo i dati relativi ai due gruppi i ricercatori sono giunti alla conclusione che ipertensione gestazionale e grave preeclampsia aumentano il rischio di sviluppare successivamente diabete di tipo 2 e ipertensione.
Questi risultati sono importanti ai fini della prevenzione delle malattie dell’apparato cardiocircolatorio, poiché tenendo conto della storia gestazionale di una donna i medici sarebbero in grado di individuare facilmente le pazienti più a rischio di problemi cardiovascolari, aiutandole quindi a preservare la propria salute.

 

 
FonteHypertension 2009; 53: 944-951

Potrebbero interessarti

  • 26 giugno 2017Diabete e osteoporosi: quale correlazione?Un maggior rischio di fratture da osteoporosi è stato riscontrato sia in pazienti con diabete di tipo 1 che diabete di tipo 2 (DT2). Il meccanismo responsabile è particolarmente complesso e non ancora del tutto chiarito. Posted in Diabete e osteoporosi
  • 1 giugno 2017Roma: avviato il programma Cities Changing Diabetes®Come preannunciato nel dicembre 2016, Roma è stata scelta come metropoli del 2017 dal progetto internazionale Cities Changing Diabetes, volto a studiare il legame fra il diabete e la città e a promuovere iniziative per salvaguardare la salute e prevenire la malattia nella città capitolina. Posted in Mondo, Europa
  • 21 giugno 2017Lupus e sole: i consigli per gestire la malattia in estateIl lupus eritematoso sistemico (LES) è una malattia autoimmune, dall’origine ancora incerta, che colpisce soprattutto le donne. Circa il 30% delle persone con LES sviluppano nel tempo una seconda, terza o quarta malattia autoimmune, tra cui è possibile anche il diabete di tipo 1, per quanto raramente (0.6%-1.2%). Posted in Diabete e prurito