Microaneurismi della retina predicono andamento della retinopatia in soggetti diabetici

I ricercatori della University of Southern Denmark di Odense affermano che un elevato numero di microaneurismi a livello della retina sia associato con una prognosi peggiore della retinopatia e a una minor probabilità che questa regredisca in soggetti affetti da diabete di tipo 1 e 2.
Gli esperti sono giunti a questa conclusione in seguito a uno studio che ha visto coinvolte 1419 persone, di cui 893 diabetici di tipo 1 con età media pari a 31,2 anni e 526 diabetici di tipo 2 con 56,2 anni di età media. Tutti i soggetti erano affetti da microaneurismi e sono stati seguiti per un periodo di 4 anni e mezzo.
Prima che iniziasse lo studio per ogni soggetto sono stati contati e sommati i microaneurismi per entrambi gli occhi, i ricercatori hanno in seguito fotografato annualmente per ogni soggetto 7 zone della retina e la progressione o la regressione della retinopatia veniva misurata in base alla scala ETDRS (Early Treatment Diabetic Retinopathy Study).
Al termine del periodo di osservazione è emerso che i soggetti che presentavano un maggior numero di microaneurismi all’inizio dello studio avevano il 21% in meno di probabilità di veder regredire la retinopatia, mentre il rischio di un peggioramento aumentava del 7% per i diabetici di tipo 2 e dell’8% per i diabetici di tipo 1.

 

 

 
Fonte: European Association for the Study of Diabetes 45th Annual Meeting; Vienna, Austria: 29 September – 2 October, 2009

Potrebbero interessarti

  • 2 febbraio 2017Ho il diabete, non sono il diabeteQuanto conta il coinvolgimento attivo della persona con diabete nel suo percorso di cura? Ne abbiamo parlato con la Dott.ssa Serena Barello**, della Facoltà di Psicologia, Università Cattolica del Sacro Cuore durante un recente convegno organizzato dall’Associazione Diabetici della Provincia di Milano Onlus, presieduta dalla d.ssa Maria Luigia Mottes. Posted in Psicologia
  • 12 aprile 2017Greendogs – Addestramento cani per diabeticiCon il metodo che utilizzo, anche il cane già integrato in famiglia, può essere addestrato a svolgere un compito di cane di ausilio o supporto per un familiare diabetico (tipo 1) con il quale già esiste un rapporto di affetto e fiducia. Posted in Greendogs, Cani per diabetici
  • 19 marzo 2017Diabete e osteoporosi: quale correlazione?Un maggior rischio di fratture da osteoporosi è stato riscontrato sia in pazienti con diabete di tipo 1 che diabete di tipo 2 (DT2). Il meccanismo responsabile è particolarmente complesso e non ancora del tutto chiarito. Posted in Diabete e osteoporosi