Nuove terapie in fase di sperimentazione per curare patologie ipofisarie

Durante il 5° Incontro Italiano sulle Malattie Ipotalamo-Ipofisarie, tenutosi a Padova dal 28 al 30 gennaio, si è parlato delle nuove terapie in fase di sperimentazione che potrebbero costituire una nuova risorse per le persone che soffrono di malattie che colpiscono l’ipofisi, una ghiandola endocrina che agisce sullo sviluppo corporeo, sulla riproduzione e sul metabolismo.
Gli esperti hanno evidenziato la presenza di un farmaco in modo particolare, il pasireotide, che potrebbe aiutare più efficacemente delle attuali terapie le persone affette da Morbo di Cushing, una della patologie ipofisarie più gravi.
Sono in fase di sperimentazione anche altri farmaci e viene data sempre maggiore attenzione anche alle terapie chirurgiche e alla radioterapia che potrebbero utilizzare nuovi tipi di strumentazione (Cyber- Knife e Gamma-Knife) che attualmente sono presenti però solo in poche strutture in tutto il territorio nazionale.

 

 
Fonte: 27 gennaio 2010, unita.it

Potrebbero interessarti

  • 23 ottobre 2017#GMD17/#WDD17 – La giornata mondiale del diabete 2017La giornata mondiale del diabete – il 14 novembre 2017 - quest’anno è dedicata alle donne. In realtà la campagna di sensibilizzazione “IL NOSTRO DIRITTO AD UN FUTURO PIÚ SANO. AGISCI OGGI PER CAMBIARE DOMANI” durerà dal 6 al 18 novembre 2017. Posted in EVENTI - 2017
  • 31 dicembre 2017Principali motivi di scarsa adesione al trattamento antidiabeticoIl diabete mellito tipo 2 è una delle malattie croniche in cui è più facile riscontrare un basso livello di aderenza al trattamento in senso lato che comprende quindi cambiamento dello stile di vita, seguire una dieta e un programma di attività fisica e la terapia con farmaci, uno o più, in associazione. Posted in Adesione alla terapia, Adesione terapia
  • 27 ottobre 2017Diabete: le novità dei nuovi LEAI nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) sono stati pubblicati sulla G.U. del 18 marzo 2017, Supplemento n. 15 (DPCM 12 gennaio 2017); con tale decreto sono stati ridefiniti il numero e tipo di prestazioni delle quali i cittadini italiani potranno usufruire gratuitamente o a seguito del pagamento di una quota di partecipazione. Posted in Italia