Obeso un diciottene su due

La Società italiana Obesità (Sio) ha stimato che un terzo dei bambini italiani dai 4 ai 17 anni è in sovrappeso e che il 4% di questi è obeso; fra il restante della popolazione quattro persone su 10 sono sovrappeso e di queste uno su due è obesa. In prospettiva, fra 15 anni gli obesi adulti cresceranno del 43% mentre i bambini saliranno addirittura del 205% arrivando al 12% del totale.
Inoltre, in Italia, oltre tre milioni di persone soffrono di ‘diabesità’, cioè la combinazione di diabete e obesità (quattro milioni sono i diabetici italiani e altrettanti gli obesi).
Queste cifre, risultato dello studio del dottor Antonio Pontiroli, ordinario di Medicina Interna all’Università degli Studi di Milano, sono state presentate durante il IX Convegno nazionale sul diabete e l’obesità che si è tenuto nei giorni scorsi presso la stessa Università; lo studio sarà pubblicato su Nutrition, Metabolism & Cardiovascular Diseases.
Secondo il dottor Pontiroli, per ridurre del 40% fra i diabetici e obesi il rischio di mortalità per malattie cardiovascolari, bisognerebbe monitorare insieme al fattore glicemico anche una serie di fattori come la pressione arteriosa.

 

 
Fonte: 3 aprile 2010, IX Convegno Nazionale sul Diabete e l’Obesità

Potrebbero interessarti

  • 5 febbraio 2018La metformina come terapia della PCOSLa Sindrome dell’Ovaio Policistico (PCOS) è un disturbo endocrino complesso che colpisce il 5-10% delle donne in età fertile. Rappresenta una delle principali cause di infertilità, legata a un’assenza cronica di ovulazione. Posted in Diabete al femminile
  • 11 dicembre 2017Diabete tipo 2: il rischio cardiovascolare viene sottovalutatoLe persone con diabete di tipo 2 (DT2) non sono consapevoli del rischio cardiovascolare correlato alla malattia. È uno dei risultati preliminari dell’indagine “Taking Diabetes to Heart” presentati all’ultimo congresso dell’International Diabetes Federation (IDF) 2017. Posted in Pressione - Ipertensione arteriosa
  • 30 dicembre 2017Secchezza cutaneaLa perdita di elasticità e la secchezza della pelle (in termini scientifici denominata: xerosi) del piede diabetico possono essere conseguenze della neuropatia e dello scarso apporto di sangue. Posted in Piede diabetico