Obeso un diciottene su due

La Società italiana Obesità (Sio) ha stimato che un terzo dei bambini italiani dai 4 ai 17 anni è in sovrappeso e che il 4% di questi è obeso; fra il restante della popolazione quattro persone su 10 sono sovrappeso e di queste uno su due è obesa. In prospettiva, fra 15 anni gli obesi adulti cresceranno del 43% mentre i bambini saliranno addirittura del 205% arrivando al 12% del totale.
Inoltre, in Italia, oltre tre milioni di persone soffrono di ‘diabesità’, cioè la combinazione di diabete e obesità (quattro milioni sono i diabetici italiani e altrettanti gli obesi).
Queste cifre, risultato dello studio del dottor Antonio Pontiroli, ordinario di Medicina Interna all’Università degli Studi di Milano, sono state presentate durante il IX Convegno nazionale sul diabete e l’obesità che si è tenuto nei giorni scorsi presso la stessa Università; lo studio sarà pubblicato su Nutrition, Metabolism & Cardiovascular Diseases.
Secondo il dottor Pontiroli, per ridurre del 40% fra i diabetici e obesi il rischio di mortalità per malattie cardiovascolari, bisognerebbe monitorare insieme al fattore glicemico anche una serie di fattori come la pressione arteriosa.

 

 
Fonte: 3 aprile 2010, IX Convegno Nazionale sul Diabete e l’Obesità

Potrebbero interessarti

  • Diabete al femminileLa medicina di genere14 novembre 2016La Medicina di genere è finalizzata a garantire l’appropriatezza della terapia a ogni persona, uomo o donna che sia, rafforzando il concetto della centralità del singolo paziente che il medico si trova davanti e alle sue specifiche esigenze di salute.

    Continua a leggere

  • PrediabetePrediabete: che cosa si intende?13 ottobre 2016In molti casi, la diagnosi di diabete mellito di tipo 2 è preceduta da una fase cosiddetta di “pre-diabete” del tutto asintomatica, caratterizzata da livelli di glucosio nel sangue lievemente superiori alla norma, ma non così elevati da determinare un diabete conclamato e da livelli superiori di insulina nel sangue provocata da precoce insulino-resistenza.

    Continua a leggere

  • Ricerca scientificaDiabete tipo 2 e cancro: al via nuovo studio, aperte le selezioni4 ottobre 2016Lo studio è rivolto alle persone che abbiano avuto la diagnosi di diabete di tipo 2 dopo i 55 anni, e che non abbiamo superato i tre anni dalla diagnosi stessa. Si prevede di raccogliere e studiare un campione di 3000 pazienti che rispondano a questi requisiti.

    Continua a leggere