Per chi è indicato il sensore del glucosio

Per gestire il diabete la terapia non basta. Occorre, infatti, verificare con regolarità che la glicemia – attraverso una dieta bilanciata secondo le proprie esigenze, il movimento e i farmaci concordati con il medico – si mantenga nei livelli raccomandati dalle più recenti Linee Guida. Da alcuni anni sono a disposizione dei “sensori del glucosio” in grado di monitorare in modo continuo la glicemia. La loro tecnologia è in continuo perfezionamento.

 

Per chi è particolarmente indicato il sensore del glucosio?
  • Diabetici che usano il microinfusore
  • Persone con diabete di tipo 1 che hanno una glicemia molto instabile
  • Bambini e adolescenti per rendere più semplice il controllo regolare della glicemia
  • Donne diabetiche che cercano una gravidanza, che sono in gravidanza o donne con diabete gestazionale

Vuoi saperne di più sui sensori per il monitoraggio continuo della glicemia (CGM)?
Parlane con il tuo medico o con il tuo team diabetologico. Potranno darti tutte le informazioni che cerchi focalizzandole sulle tue necessità, esigenze e stile di vita.

Potrebbero interessarti

  • 14 settembre 2017Metformina nelle donne con precedente diabete gestazionale: previene il diabete?La somministrazione di metformina a lungo termine (15 anni) in donne che hanno sofferto di diabete gestazionale durante la gravidanza sembra essere particolarmente efficace nel prevenire l’insorgenza di diabete di tipo 2, e potrebbe giustificare un maggiore utilizzo preventivo nelle donne a rischio elevato. Posted in Metformina e ipoglicemizzanti orali
  • 11 agosto 2017Incidenza di diabete e comorbiditàIl rischio di complicanze del diabete è direttamente correlato al buon controllo del diabete stesso. Numerosi studi hanno documentato che migliore è il compenso metabolico del glucosio nel sangue (glicemia) e minore è il rischio di complicanze future. Posted in Italia
  • 25 settembre 2017Diabete tipo 1: la ricerca scientifica di Novara passa dal DRI di MiamiFirmato un importante accordo di collaborazione tra la Diabetologia dell’ Ospedale Maggiore della Carità di Novara e il Diabetes Research Institute (DRI), centro di eccellenza di Miami diretto dal professor Camillo Ricordi, che ha costruito e realizzato la tecnica e le strutture per il trapianto di insule pancreatiche nell'adulto con diabete. Posted in Fabio Braga