Per l’Abruzzo istituita a Chieti una task force contro l’obesità

Anche in Abruzzo il numero delle persone in grave sovrappeso è in crescita, per questo nell’Ospedale di Chieti l’azienda Sanitaria Locale ha istituito il Centro Obesità, un centro multidisciplinare per la cura dell’obesità. Diabetologi, nutrizionisti, psichiatri, endoscopisti, chirurghi e anestesisti-rianimatori formano una vera task force contro questa patologia fra le cui conseguenze ci sono anche diabete, malattie cardiovascolari e alcune forme di cancro. Nei casi di obesità patologica presso l’Ospedale di Chieti si eseguono interventi di bendaggio gastrico in laparoscopia.

 

 
Fonte Diabete Oggi, giugno-luglio 2011

Potrebbero interessarti

  • PrediabetePrediabete: che cosa si intende?13 ottobre 2016In molti casi, la diagnosi di diabete mellito di tipo 2 è preceduta da una fase cosiddetta di “pre-diabete” del tutto asintomatica, caratterizzata da livelli di glucosio nel sangue lievemente superiori alla norma, ma non così elevati da determinare un diabete conclamato e da livelli superiori di insulina nel sangue provocata da precoce insulino-resistenza.

    Continua a leggere

  • ItaliaCura Diabete: quali sono le prestazioni sanitarie più efficaci?19 novembre 2016L’Associazione Medici Diabetologi (AMD) ha misurato con un approccio scientifico le prestazioni diabetologiche che funzionano di più, ovvero quelle che garantiscono un miglior controllo dei rischi clinici da un lato e maggiore efficienza per il Servizio Sanitario Nazionale, dall’altro.

    Continua a leggere

  • Diabete di tipo 1Il diabete nei bambini “opprime” mamma e papà24 ottobre 2016La principale ansia per i genitori di un bambino con diabete? La riduzione del livello di zuccheri nel sangue e le crisi di ipoglicemia. È questo il vero incubo per 7 genitori su 10, secondo l’indagine internazionale DAWN Youth promossa da International Diabetes Federation (IDF) e International Society for Pediatric and Adolescent Diabetes (ISPAD).

    Continua a leggere