Più verdura nella dieta: anche Coldiretti contro l’obesità

Nel corso dell’Obesity Day Coldiretti ha evidenziato la diminuzione del consumo di frutta e verdura in Italia, passato in dieci anni da 450 chili per famiglia a 350, e il preoccupante aumento nello stesso periodo, dell’incidenza di obesità e sovrappeso nella popolazione (arrivato a oltre il 46%); le persone con diabete hanno già raggiunto il numero di tre milioni, cifra che l’Ida (International Diabetes Federation) aveva stimato che avremmo raggiunto fra 15 anni.
Ed è ormai noto che il sovrappeso è direttamente collegato non solo al diabete ma anche alle malattie cardiovascolari, all’ipertensione e al cancro.
Il problema è anche di educazione alimentare e si pone fin da bambini: dalla colazione, che viene saltata dal 9% dei piccoli, al consumo di frutta e verdura, bassissimo o quasi inesistente (il 30% di loro non ne mangia quotidianamente); solo l’1% segue una dieta corretta e solo il 20% pratica uno sport per almeno un’ora alla settimana. La dieta mediterranea è la più salutare, secondo Coldiretti e anche secondo il Bcfn (Barilla Center for Food & Nutrition), che raccomandano di iniziare fin da bambini a consumare ogni giorno frutta, verdura e legumi, cereali, latte, e ogni settimana una volta le uova, due volte i formaggi, la carne solo due o tre volte.

 

 
Fonte 10 ottobre 2011, ilquotidianoitaliano.it

Potrebbero interessarti