Quali sono i livelli normali di glicemia?

I valori normali di riferimento della glicemia misurata tramite esame a digiuno sono compresi tra 60 e 110 mg/dl.
Se l’esame della glicemia a digiuno mostra livelli superiori ai limiti della norma, ma non indicativi di diabete (≥ 126 mg/dl) si parla di alterata glicemia a digiuno (vedi tabella). In questo caso, oppure se si hanno altri fattori di rischio (es. familiarità, obesità, ipertensione arteriosa, sedentarietà, età >50 anni, etc.), è molto utile fare il test da carico di glucosio. Questo test permette, mediante somministrazione di 75 g di glucosio liquido,di accertare la presenza di diabete o una condizione di pre-diabete, dopo prelievo ematico a distanza di 2 ore dal test (la cosiddetta “ridotta tolleranza glicidica”).

 

Valori di riferimento della glicemia plasmatica
  • NORMALITÀ A DIGIUNO  →  Glicemia  = 60-110 mg/dL
  • ALTERATA GLICEMIA A DIGIUNO  →  Glicemia  = 110-125 mg/dL
  • RIDOTTA TOLLERANZA GLICIDICA  →  Glicemia  = 140-200 mg/dL
  • DIABETE  →  Glicemia  ≥ 126 mg/dL

 

Potrebbero interessarti

  • 14 novembre 2016Pro e contro dei principali metodi di cotturaOccorre avere maggiore consapevolezza sul fatto che il metodo di cottura può avere un effetto molto importante sulla promozione della salute e la prevenzione di patologie croniche come il diabete di tipo 2, l'ipertensione arteriosa, i tumori. Posted in Ruolo della dieta
  • 7 gennaio 2017Prevenzione e cura del piede diabeticoLa cura quotidiana dei piedi è essenziale per la persona con diabete, per mantenerli sani, per facilitare la rapida identificazione di eventuali alterazioni e per prevenire il piede diabetico, una complicanza subdola e invalidante che se diagnosticata precocemente può essere contrastata in modo efficace. Posted in Complicanze
  • 11 novembre 2016Girovita: diamogli un taglioManiglie di Venere, fisico a mela o… odiosa pancetta? Chiamateli come volete ma non esagerate. Troppi chili, soprattutto se concentrati nella parte centrale del corpo aumentano il rischio di diabete, ipertensione e malattie del cuore. Posted in Indici e calcoli, Area interattiva