Rallentare lo sviluppo della retinopatia si può. Consigli e raccomandazioni

Consigli e raccomandazioni

I tuoi occhi sono importanti. Impara a dedicare loro attenzione e tempo per controllare regolarmente la loro salute, qualsiasi sia il tuo diabete ne vale veramente la pena. Una buona prevenzione è fondamentale e spesso, come in questo caso, più efficace delle cura.

 
1. Vai regolarmente dall’oculista

  • almeno due volte all’anno se ci vedi bene
  • subito se noti qualche cambiamento (visione sfocata, fatica a leggere i cartelli stradali, riduzione della vista da vicino, visione doppia, visione poco definita di cartelli luminosi, frequente e prolungato arrossamento degli occhi, difficoltà a definire bene le linee rette, sensazione
  • Non dimenticare di dirgli che soffri di diabete e di eventuali altri disturbi (in particolare ipertensione o problemi ai reni), compresi i farmaci e o gli integratori di cui fai uso. E’ sempre meglio che abbia un quadro completo della tua situazione.

 
2. Fai un check up completo e accurato dall’oftalmologo una volta all’anno o più spesso se hai notato peggioramenti

  • Sarà il medico stesso a chiederti alcune informazioni sul tuo diabete e il suo controllo ed eventuali altre malattie correlate. In caso contrario parlagliene tu.

 
3. Fai tutto il possibile per mantenere un buon controllo del tuo diabete

  • Gli sbalzi di iperglicemia frequenti e prolungati nel tempo possono favorire lo sviluppo della retinopatia. Aderisci in modo rigoroso al programma stabilito insieme con il tuo medico; se fai fatica parlagliene e studiate insieme un nuovo programma più realistico.
  •  

4. Controlla spesso la tua glicemia

  • Valori alti di glucosio nel sangue soprattutto se frequenti e prolungati nel tempo danneggiano i capillari e i piccoli vasi e le cellule della retina. Inoltre aumentano il rischio di cataratta.

5. Mantieni valori normali della pressione arteriosa, meglio se tendenti al basso

  • Controlla regolarmente la pressione: puoi farlo direttamente a casa tua o se preferisci presso la farmacia vicino a casa, senza andare dal medico. Valori elevati di pressione peggiorano gli effetti del diabete sullo sviluppo di retinopatia.
    L’ideale è mantenere valori di 130/80 mmHg rispettivamente per la pressione massima (sistolica o PAS) e la pressione minima (diastolica o PAD) in assenza di problemi agli occhi. Un buon controllo della pressione diventa un parametro ancora più importante da controllare in caso di inizio o peggioramento della retinopatia. Se si hanno problemi agli occhi (o ai reni) i valori pressori dovrebbero essere mantenuti al di sotto di 120/75 mmHg. Per qualsiasi dubbio parlane con il tuo medico. Un buon controllo della pressione è oggi ottenibile facilmente con l’utilizzo di farmaci antipertensivi.

6. Segui la dieta che hai concordato con il tuo medico

  • Abbonda con frutta e verdura. Caroteni e vitamina A sono un toccasana per la salute degli occhi.

7. Controlla regolarmente anche i grassi nel sangue (colesterolo e trigliceridi)

  • Non è facile accorgersi che i propri livelli di colesterolo e di grassi nel sangue sono alti perché non danno alcun sintomo. E’ importante controllarli con un’analisi del sangue almeno ogni 6 mesi. Un accumulo di grassi nel sangue può dare il via alla formazione di placche aterosclerotiche anche a livello degli occhi.

8. Mantieni una vita attiva e fai esercizio fisico

  • Come saprai l’attività fisica regolare e di intensità moderata migliora il metabolismo delle cellule. Scegli un’attività che ti piaccia e ti diverta e concordala con il tuo medico. Una precauzione importante, se fai un’attività esterna proteggi sempre i tuoi occhi.

9. Quando sei all’esterno proteggi sempre i tuoi occhi con gli occhiali da sole

  • Scegli delle lenti di qualità. Sono soldi ben spesi.

10. Non saltare le visite che hai prenotato con l’oculista e l’oftalmologo (e neppure con gli altri specialisti)

  • La tua vista è un bene prezioso e tu puoi fare molto per non trascurarla.

Potrebbero interessarti

  • PrediabetePrediabete: che cosa si intende?13 ottobre 2016In molti casi, la diagnosi di diabete mellito di tipo 2 è preceduta da una fase cosiddetta di “pre-diabete” del tutto asintomatica, caratterizzata da livelli di glucosio nel sangue lievemente superiori alla norma, ma non così elevati da determinare un diabete conclamato e da livelli superiori di insulina nel sangue provocata da precoce insulino-resistenza.

    Continua a leggere

  • Ruolo della dietaPro e contro dei principali metodi di cottura14 novembre 2016Occorre avere maggiore consapevolezza sul fatto che il metodo di cottura può avere un effetto molto importante sulla promozione della salute e la prevenzione di patologie croniche come il diabete di tipo 2, l'ipertensione arteriosa, i tumori.

    Continua a leggere

  • Diabete al femminileLa medicina di genere14 novembre 2016La Medicina di genere è finalizzata a garantire l’appropriatezza della terapia a ogni persona, uomo o donna che sia, rafforzando il concetto della centralità del singolo paziente che il medico si trova davanti e alle sue specifiche esigenze di salute.

    Continua a leggere