Rapido incremento dei malati di diabete in Italia: oltre tre milioni

È stato presentato al Senato l’Italian Barometer Diabetes Observatory, che rivela che in Italia il numero di malati di diabete ha raggiunto la soglia di tre milioni di persone ben 15 anni prima di quanto avesse previsto l’International Diabetes Federation, che aveva indicato il raggiungimento di quella soglia per il 2025. Alla cifra di tre milioni va aggiunto almeno un altro milione di persone che hanno il diabete senza saperlo. L’aumento del numero dei malati secondo gli esperti va attribuito all’aumento dell’incidenza dell’obesità, oltre all’invecchiamento della popolazione. Secondo il rapporto, l’incidenza del diabete sulla popolazione è aumentata in nove anni dell’1,2% (dal 3,7 del 2000 al 4,9 del 2009); fra le persone di oltre 65 anni è aumentata del 3,8% (dal 12,5% al 16,3%) e in alcune zone del Sud ha superato il 6%. Un dato collegato a questo incremento è il numero di Italiani in sovrappeso o obesi: 4.700.000 persone, il 9% del totale, soprattutto maschi fra i 25 e i 44 anni; nel Sud la metà dalle popolazione è sovrappeso o obesa.
 
Fonte 4 ottobre 2011, ansa.it

Potrebbero interessarti

  • 17 ottobre 2016Italiani e movimento: solo 1 su 3 pratica uno sport nel tempo liberoL’Italia è un paese pigro e continua ad esserlo come evidenziato nel recente Convegno “Salute e sport per il benessere nelle città” promosso da Health City Institute nell’ambito dell’assemblea Anci a Bari, il 13 ottobre. La pigrizia cresce da Nord a Sud ed è più presente nei piccoli centri e nelle periferie, secondo i dati ISTAT. Posted in Italia
  • 7 novembre 2016GDM 2016: oltre 1200 eventi di prevenzione per tenere gli “OCCHI SUL DIABETE”Sono ancora milioni le persone che non sanno di soffrire di questa malattia. Prevenirla e diagnosticarla precocemente è il miglior modo per combatterla. A novembre (e anche dopo) tieni gli occhi aperti su di te e non solo. Vale anche per i tuoi amici animali: cane e gatto. Posted in EVENTI - 2016
  • 16 gennaio 2017Farmaci. 1 Italiano su 3 non segue la prescrizione del medicoItaliani “anarchici” per quanto riguarda la terapia con farmaci. E questo comportamento ha risvolti negativi sull’aderenza terapeutica. A sottolinearlo è un'indagine dell'Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda) nella quale si evidenzia la necessità di una migliore comunicazione tra medico e paziente. Posted in Italia