Regione Lombardia: in arrivo a fine maggio delibera regionale per dispositivo gratuito per il monitoraggio della glicemia senza punture

L’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera ha dichiarato che entro la fine del mese di maggio 2017 in Regione verrà presentata “alla Giunta una delibera che disporrà l’offerta gratuita del sistema di monitoraggio ‘Free Style Libre’ ad ampie categorie di pazienti con diabete che seguono un regime di insulinoterapia intensiva, pompa insulinica esternaterapia multi-iniettiva. Nel provvedimento verranno inoltre declinate le modalità di erogazione del dispositivo in un percorso di ampiamento condiviso con le Associazioni dei pazienti diabetici, con le quali si stanno valutando anche possibili azioni di sistema”.

 

Freestyle libre – “Il dispositivo ‘Free Style Libre’ – scrive l’assessore nell’informativa – è un sistema di monitoraggio della glicemia basato su un sensore, da indossare sul braccio, resistente all’acqua, grande come una moneta da due euro, che misura costantemente i livelli di glucosio nei fluidi interstiziali, ovvero il fluido che funge da intermediario tra le cellule e i vasi sanguigni. E’ progettato per rimanere applicato al corpo fino a 14 giorni e viene già utilizzato, a titolo privato, da persone affette da diabete che così evitano di pungersi più volte al giorno”.

Riforma sanitaria e appropriatezza – La decisione di offrire a titolo gratuito a una selezionata categoria di pazienti con diabete questo dispositivo nasce dal forte impulso che la legge di riforma del Sistema Sanitario di Regione Lombardia ha dato in termini di appropriatezza clinica e, in questo caso, di efficacia, sicurezza, sostenibilità e gradimento degli utenti in merito ai servizi offerti.

HTA (Health Tecnology Assesment) – “La proposta di offrire il sistema ‘Free Style Libre‘ – conclude nell’informativa l’assessore Gallera – è stata sottoposta al parere della Commissione tecnologie emergenti HTA (valutazione delle tecnologie sanitarie) che si è espressa in senso positivo fornendo le indicazioni tecnico operative in merito alle possibilità di utilizzo nel contesto del Servizio socio-sanitario di Regione Lombardia“.

Il percorso di Health Tecnology Assesment, richiamato nella Legge 23 di “Evoluzione del sistema socio sanitario regionale”, è un approccio multidisciplinare e multidimensionale per l’analisi delle implicazioni medico-cliniche, sociali, organizzative, economiche, etiche e legali, di una tecnologia attraverso la valutazione di più aspetti quali: l’efficacia, la sicurezza, il rapporto costo/beneficio, l’impatto sociale e quello organizzativo. L’obiettivo prioritario è quello di valutare gli effetti reali e/o potenziali di questa tecnologia innovativa, sia a priori che durante l’intero ciclo di vita, nonché le conseguenze che l’introduzione o l’esclusione di un intervento possa avere per il Sistema Sanitario, l’Economia e la Società.

 

 

Fonte

Giunta; diabete, Gallera: entro fine maggio delibera offerta gratuita ‘freestyle libre’ a pazienti più gravi. Comunicato stampa, venerdì 12 maggio 2017

 

Potrebbero interessarti

  • 27 ottobre 2017Diabete: le novità dei nuovi LEAI nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) sono stati pubblicati sulla G.U. del 18 marzo 2017, Supplemento n. 15 (DPCM 12 gennaio 2017); con tale decreto sono stati ridefiniti il numero e tipo di prestazioni delle quali i cittadini italiani potranno usufruire gratuitamente o a seguito del pagamento di una quota di partecipazione. Posted in Italia
  • 19 ottobre 2017Pazienti cronici in Lombardia: le farmacie fra i principali attori della nuova presa in carico“Le farmacie sono pronte a rivestire fino in fondo il ruolo di primo presidio del sistema sanitario regionale sul territorio, al fianco dei pazienti cronici e fragili e in collaborazione con i nuovi Gestori, istituiti dalla Delibera di Regione Lombardia che riordina l’intera materia della presa in carico delle cronicità”. Posted in NEWS - 2017
  • 18 settembre 2017Da Cortina a Dobbiaco, in bici con il diabete di tipo 1Con il DT1 si può, anche pedalare insieme. Era questo l’obiettivo della pedalata per persone con diabete di tipo 1, non a scopo competitivo ma per far comprendere come i pazienti insulino-dipendenti possano condurre una vita normale e affrontare qualsiasi sfida, anche in ambito sportivo. Posted in NEWS - 2017