Salute: diabete, una vita sana per 10 anni riduce il rischio di malattia

Mantenere uno stile di vita sano per 10 anni previene l’incidenza del diabete nelle persone a rischio. A dirlo è uno studio dell’Albert Einstein College of Medicine della Yeshiva University (New York) condotto su un campione di adulti in sovrappeso. Secondo i ricercatori, cambiare in maniera radicale lo stile di vita (dalla perdita di peso ad una maggiore attività fisica) riduce il tasso di sviluppo del diabete di tipo 2 del 58% dopo soli tre anni. Se l’abitudine alla ”vita sana” si mantiene per oltre dieci anni, l’incidenza del diabete continua a rimanere più bassa della media di circa un terzo. ”Il fatto che abbiamo contribuito a ritardare e a prevenire il diabete nelle persone con un elevato rischio di sviluppare la malattia è un risultato certamente positivo” conclude Jill Crandall, docente presso l’Università.

 

 
Fonte: 3 novembre 2009, asca.it

Potrebbero interessarti

  • 11 agosto 2017L’impatto del diabete in ItaliaOggi diamo i numeri sul diabete! Non per alimentare preoccupazioni, non per creare ansie ma per conoscere meglio l’entità e la crescita della malattia, per esserne più consapevoli. Posted in Italia
  • 31 maggio 201731 maggio 2017: Giornata Mondiale senza Tabacco, i milanesi e il fumoÈ in crescita il numero di milanesi che dichiara di non avere intenzione di smettere di fumare. È questo uno dei dati che emerge dall’indagine che la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - LILT di Milano ha commissionato alla Doxa in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco, che si celebra ogni 31 maggio. Posted in Fumo
  • 10 agosto 2017La sfida del “diabete urbano”Nel 1950 un abitante del pianeta su 3, pari a 749 milioni di persone, viveva in città; oggi è 1 su 2, cioè 3,9 miliardi; entro il 2050 saranno 2 su 3, per 6,4 miliardi. Contemporaneamente cresce il numero di persone con diabete, passate dai 285 milioni del 2010 ai 415 milioni di oggi. Posted in Italia