Sardegna: prima regione ad attuare Manifesto a favore dei diabetici

Un manifesto a tutela della salute dei diabetici per la Sardegna, regione che presenta un’elevata incidenza della malattia e un conseguente aumento delle patologie croniche.
L’approvazione di questo documento sarà utile per pianificare l’assistenza sanitaria e controllarne l’andamento nel tempo e rappresenta un passo importante che in Italia è stato compiuto per ora solo dall’Assessorato dell’Igiene e Sanita’ e dell’Assistenza Sociale della Regione Sardegna. Il manifesto è stato redatto nel 2009 ispirandosi ai principi contenuti nella Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo e nella Carta europea dei diritti del malato ed è stato successivamente tradotto in 9 lingue per favorirne la diffusione a livello internazionale. Le undici sezioni da cui è costituito insistono sulla necessità di parificare la qualità della vita di pazienti diabetici a quella di persone sane definendo inoltre gli aspetti che un’assistenza sanitaria corretta deve rispettare.

 

 

 

Fonte: 29 gennaio 2010, asca.it

Potrebbero interessarti

  • 12 gennaio 2017Piemonte: la nuova Rete Territoriale Endocrino-DiabetologicaIl dottor Alessandro Ozzello, Presidente della Sezione AMD Piemonte-Valle D’Aosta e direttore del Servizio di Diabetologia Ospedale Pinerolo Asl Torino 3, commenta le trasformazioni del modello esistente, in seguito all'approvazione della Delibera della Giunta Regionale, n. 27-4072 del 17.10.2016 e illustra i cambiamenti positivi per la presa in carico di persone con diabete mellito. Posted in Regioni
  • 7 dicembre 2016Roma: metropoli scelta per il 2017 dal programma Cities Changing Diabetes®Il progetto coinvolge Istituzioni nazionali, amministrazioni locali, mondo accademico e terzo settore, con l’obiettivo di evidenziare il legame fra il diabete, in particolare diabete di tipo 2, e le grandi città e promuovere iniziative per salvaguardare la salute dei cittadini e prevenire la malattia. Posted in Mondo, Europa
  • 16 gennaio 2017Farmaci. 1 Italiano su 3 non segue la prescrizione del medicoItaliani “anarchici” per quanto riguarda la terapia con farmaci. E questo comportamento ha risvolti negativi sull’aderenza terapeutica. A sottolinearlo è un'indagine dell'Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda) nella quale si evidenzia la necessità di una migliore comunicazione tra medico e paziente. Posted in Italia