Save the date 4 OTTOBRE 2014, 30^ GIORNATA NAZIONALE FAND (ASSOCIAZIONE ITALIANA DIABETICI): NELLE PIAZZE PER PARLARE DI DIABETE

Oltre 3.200.000 i diabetici in Italia, il 5,4% della popolazione, secondo i dati ISTAT 2013, senza contare coloro che hanno la malattia ma ancora non lo sanno. Il 4 ottobre, si celebra la 30° Giornata Nazionale dell’Associazione italiana diabetici (FAND) per il diabete: nelle principali città italiane iniziative di sensibilizzazione sulla malattia.

Per far conoscere il diabete e sensibilizzare la popolazione e le istituzioni su quella che è ormai considerata una vera e propria “epidemia”, la FAND (Associazione italiana diabetici) a cui aderiscono oltre cento associazioni di diabetici, organizza ogni anno una giornata, celebrata il 4 ottobre e giunta alla sua 30^ edizione, dedicata alla conoscenza delle associazioni attive sul territorio e delle loro iniziative.
Durante la prima settimana di ottobre, nelle principali città italiane e nei comuni sedi di associazioni aderenti a FAND saranno organizzati eventi e iniziative, che comprendono percorsi informativi ed educativi dedicati al mondo del diabete, e screening gratuiti per verificare glicemia, pressione arteriosa e indice di massa corporea. Abbinata alla giornata, l’iniziativa FAND “Un sor…riso per il diabete”, con la distribuzione di sacchetti da 1 kg di riso: le offerte andranno a favore delle associazioni locali per la tutela delle persone con diabete.

Un’iniziativa di crescente successo
“Nel 1985, quando è stata istituita la giornata nazionale FAND per il diabete, dal nostro fondatore Roberto Lombardi, lo scopo era quello di far parlare di diabete nelle piazze delle principali città italiane, per far conoscere una malattia a molti poco nota e sensibilizzare le istituzioni”, spiega Egidio Archero, presidente nazionale FAND. “Dopo 30 anni, lo scopo dell’iniziativa non è cambiato. La FAND annovera ora oltre cento Associazioni di persone con diabete ed è stata protagonista, al fianco delle società scientifiche e delle altre componenti del mondo del diabete, di un percorso che ha portato a livelli elevati di assistenza e di cura. Da allora infatti il nostro paese si è dotato di una legge, la 115 del 1987, che tutela le persone con diabete, e del Piano nazionale per la malattia diabetica, già recepito da molte regioni, che delinea strumenti e iniziative volti a favorire prevenzione, assistenza e cura della malattia. Auspichiamo che la politica in atto di razionalizzazione della spesa non comporti la messa in discussione di un fiore all’occhiello del nostro sistema sanitario, quale è la rete diabetologica italiana. Piuttosto è importante utilizzare al meglio le risorse a disposizione, ad esempio ottimizzando e uniformando i costi di rimborso dei presidi sul territorio nazionale. Da questo punto di vista, iniziative come la giornata nazionale FAND, offrono l’occasione ideale per sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica allo scopo di tutelare le persone con diabete” conclude Archero.

Maggiori informazioni nei siti delle varie Associazioni locali su tutto il territorio nazionale e sul sito di Diabete italia

Potrebbero interessarti

  • 10 febbraio 2017Prevenzione cardiovascolare. La banca del cuore va in tourParte da Sanremo (8-11 febbraio 2017), toccando poi 30 città. Ad ogni sosta, previsti screening gratuiti di prevenzione cardiovascolare. La Banca del Cuore è una "cassaforte" virtuale che custodisce il proprio elettrocardiogramma con i valori della pressione arteriosa e i dati clinici della singola persona che ha aderito al progetto. Posted in EVENTI - 2017
  • 7 gennaio 2017Prevenzione e cura del piede diabeticoLa cura quotidiana dei piedi è essenziale per la persona con diabete, per mantenerli sani, per facilitare la rapida identificazione di eventuali alterazioni e per prevenire il piede diabetico, una complicanza subdola e invalidante che se diagnosticata precocemente può essere contrastata in modo efficace. Posted in Complicanze
  • 7 dicembre 2016Roma: metropoli scelta per il 2017 dal programma Cities Changing Diabetes®Il progetto coinvolge Istituzioni nazionali, amministrazioni locali, mondo accademico e terzo settore, con l’obiettivo di evidenziare il legame fra il diabete, in particolare diabete di tipo 2, e le grandi città e promuovere iniziative per salvaguardare la salute dei cittadini e prevenire la malattia. Posted in Mondo, Europa