Save the date 4 OTTOBRE 2014, 30^ GIORNATA NAZIONALE FAND (ASSOCIAZIONE ITALIANA DIABETICI): NELLE PIAZZE PER PARLARE DI DIABETE

Oltre 3.200.000 i diabetici in Italia, il 5,4% della popolazione, secondo i dati ISTAT 2013, senza contare coloro che hanno la malattia ma ancora non lo sanno. Il 4 ottobre, si celebra la 30° Giornata Nazionale dell’Associazione italiana diabetici (FAND) per il diabete: nelle principali città italiane iniziative di sensibilizzazione sulla malattia.

Per far conoscere il diabete e sensibilizzare la popolazione e le istituzioni su quella che è ormai considerata una vera e propria “epidemia”, la FAND (Associazione italiana diabetici) a cui aderiscono oltre cento associazioni di diabetici, organizza ogni anno una giornata, celebrata il 4 ottobre e giunta alla sua 30^ edizione, dedicata alla conoscenza delle associazioni attive sul territorio e delle loro iniziative.
Durante la prima settimana di ottobre, nelle principali città italiane e nei comuni sedi di associazioni aderenti a FAND saranno organizzati eventi e iniziative, che comprendono percorsi informativi ed educativi dedicati al mondo del diabete, e screening gratuiti per verificare glicemia, pressione arteriosa e indice di massa corporea. Abbinata alla giornata, l’iniziativa FAND “Un sor…riso per il diabete”, con la distribuzione di sacchetti da 1 kg di riso: le offerte andranno a favore delle associazioni locali per la tutela delle persone con diabete.

Un’iniziativa di crescente successo
“Nel 1985, quando è stata istituita la giornata nazionale FAND per il diabete, dal nostro fondatore Roberto Lombardi, lo scopo era quello di far parlare di diabete nelle piazze delle principali città italiane, per far conoscere una malattia a molti poco nota e sensibilizzare le istituzioni”, spiega Egidio Archero, presidente nazionale FAND. “Dopo 30 anni, lo scopo dell’iniziativa non è cambiato. La FAND annovera ora oltre cento Associazioni di persone con diabete ed è stata protagonista, al fianco delle società scientifiche e delle altre componenti del mondo del diabete, di un percorso che ha portato a livelli elevati di assistenza e di cura. Da allora infatti il nostro paese si è dotato di una legge, la 115 del 1987, che tutela le persone con diabete, e del Piano nazionale per la malattia diabetica, già recepito da molte regioni, che delinea strumenti e iniziative volti a favorire prevenzione, assistenza e cura della malattia. Auspichiamo che la politica in atto di razionalizzazione della spesa non comporti la messa in discussione di un fiore all’occhiello del nostro sistema sanitario, quale è la rete diabetologica italiana. Piuttosto è importante utilizzare al meglio le risorse a disposizione, ad esempio ottimizzando e uniformando i costi di rimborso dei presidi sul territorio nazionale. Da questo punto di vista, iniziative come la giornata nazionale FAND, offrono l’occasione ideale per sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica allo scopo di tutelare le persone con diabete” conclude Archero.

Maggiori informazioni nei siti delle varie Associazioni locali su tutto il territorio nazionale e sul sito di Diabete italia

Potrebbero interessarti

  • 6 dicembre 2017Torino: nuova tappa del Cities Changing Diabetes® ProgramNella Città metropolitana, capoluogo della Regione Piemonte, risiedono quasi 121 mila persone con diabete, il 5,3 per cento della popolazione censita, un record negativo per il Nord Italia; dagli esperti un invito alle amministrazioni cittadine a farsi carico della promozione della salute e della prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili come diabete tipo 2 e obesità. Posted in Mondo, Europa
  • 14 febbraio 2018Il laser a femtosecondi per il trattamento della catarattaÈ un laser che opera in biliardesimi di secondo la nuova tecnologia mininvasiva di cui si è recentemente dotata la Clinica Oculistica Universitaria dell'Ospedale San Giuseppe di Milano per il trattamento della cataratta, patologia che dopo i 70 anni colpisce 1 persona su 4. Posted in Complicanze oculari - Retinopatia
  • 28 novembre 2017Disponibile anche in Italia la nuova terapia orale contro l’obesitàSi tratta dell’associazione naltrexone-bupropione, in compresse, utilizzata già da anni in altri Paesi e da novembre 2017, accessibile anche in Italia. All’ultimo congresso della Società Italiana dell’Obesità c’era molta attesa per questa nuova opzione terapeutica che essendo in compresse consente una somministrazione semplice e accettabile da parte del paziente con obesità. Posted in Terapia dell'obesità