Si svolge in Italia la 3° Conferenza Internazionale AGORA – Un’alleanza europea contro le malattie reumatiche

Si svolge in Italia la 3° Conferenza Internazionale AGORA - Un’alleanza europea contro le malattie reumatiche
Appuntamento italiano, in provincia di Bari, per la 3° Conferenza Internazionale AGORA (Polignano a Mare, 26-28 settembre 2014), che raccoglie le associazioni delle persone con malattie reumatiche per tre giorni di approfondimenti. AGORA è una rete collaborativa tra le associazioni del Sud Europa (Italia, Spagna, Grecia, Malta, Cipro, Bulgaria, Serbia, Romania, Montenegro) che promuove la consapevolezza dei bisogni e dei diritti delle persone con malattie reumatiche che, solo in Italia, colpiscono circa 6 milioni di persone di cui oltre 1 milione affette dalle forme croniche.
AGORA incoraggia e fornisce assistenza alle associazioni e cerca di diffondere non solo tra i suoi membri, ma anche in chi opera nella sanità e nella politica le conoscenze sulle malattie reumatiche e condivide casi di successo e strategie d’azione portate avanti nei diversi Paesi membri con l’obiettivo di delineare standard di cura migliori. La Conferenza avrà l’obiettivo di rinforzare il network di supporto ai malati e lo farà affrontando il tema “Come sviluppare un piano d’azione nazionale per le malattie reumatiche”.
“Le decisioni su terapie e assistenza ormai non hanno più solo una gestione nazionale o regionale ma, molte di queste vengono decise a livello Europeo, afferma Antonella Celano, Presidente APMAR – Associazione Persone con Malattie Reumatiche Onlus, e per questo motivo è importante avere una rete collaborativa che si confronta in termini più ampi. Ma il ruolo più importante è quello del paziente e l’educazione terapeutica del paziente è da sempre l’asse portante della filosofia di AGORA. La cronicità delle malattie reumatiche spinge AGORA ad elaborare piani di educazione per aiutare le persone malate ad acquisire e mantenere competenze che consentano una gestione ottimale della vita. Sono percorsi complessi ed articolati, finalizzati all’acquisizione delle conoscenze necessarie per affrontare le problematiche connesse alla malattia e al suo trattamento: gestione delle fasi critiche, corretta assunzione di farmaci e una gestione della quotidianità che preservi il più possibile relazioni e qualità di vita” conclude Antonella Celano.


Informazioni su: 
agora-platform.eu
Per scaricare il programma: apmar.it

Potrebbero interessarti

  • 18 settembre 2017Da Cortina a Dobbiaco, in bici con il diabete di tipo 1Con il DT1 si può, anche pedalare insieme. Era questo l’obiettivo della pedalata per persone con diabete di tipo 1, non a scopo competitivo ma per far comprendere come i pazienti insulino-dipendenti possano condurre una vita normale e affrontare qualsiasi sfida, anche in ambito sportivo. Posted in NEWS - 2017
  • 19 settembre 2017DT2, Studio DEVOTE: meno ipoglicemie gravi, più basso rischio di mortalitàI nuovi risultati dello studio DEVOTE, primo studio sugli esiti cardiovascolari che confronta le due insuline basali degludec e glargine, in pazienti con diabete di tipo 2, sono stati presentati al recente 53° Congresso dell’#EASD2017 (European Association for the Study of Diabetes) di Lisbona e pubblicati in contemporanea sulla prestigiosa rivista scientifica Diabetologia. Posted in Metformina e ipoglicemizzanti orali
  • 6 dicembre 2017Torino: nuova tappa del Cities Changing Diabetes® ProgramNella Città metropolitana, capoluogo della Regione Piemonte, risiedono quasi 121 mila persone con diabete, il 5,3 per cento della popolazione censita, un record negativo per il Nord Italia; dagli esperti un invito alle amministrazioni cittadine a farsi carico della promozione della salute e della prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili come diabete tipo 2 e obesità. Posted in Mondo, Europa