Troppe ore alla Tv alzano la glicemia dei giovani con diabete

Quasi trecento, fra bambini, ragazzi e giovani con diabete di tipo 1, sono stati coinvolti in una ricerca della Charité – Universitätsmedizin Berlin, per verificare gli effetti che l’esposizione alla Tv o al computer avevano sulla glicemia dei giovani. Il risultato è stato che, rispetto ai coetanei che impiegavano il tempo libero in altre occupazioni, quelli che ogni giorno trascorrevano più di quattro ore davanti allo schermo avevano un livello più alto nel sangue di A1c, una forma di emoglobina usata per identificare il glucosio nel sangue nel lungo periodo; una differenza dello 0,8% (9,3% dei sedentari contro l’8,5% degli altri).
Nei bambini e negli adolescenti il livello di A1c dovrebbe arrivare al massimo all’8,5% e negli adulti rimanere sotto il 7%. Gli studiosi tedeschi stanno cercando le ragioni di questa differenza, come spiega Angela Galler, autrice della ricerca: «Forse i bambini che trascorrono più tempo davanti alla Tv o al computer fanno spuntini più spesso, così la glicemia è più difficile da tenere sotto controllo, rispetto a quando si ha un’alimentazione più regolare». È importante per i diabetici tenere sotto controllo i livelli di zuccheri nel sangue per evitare le future complicanze come i danni alla vista e ai reni e le malattie cardiache.
Per questo la American Academy of Pediatrics raccomanda ai giovani di evitare di stare al computer o alla Tv oltre le due ore al giorno.
La ricerca tedesca è stata pubblicata sulla rivista Diabetes Care.

 

 

 

Fonte 6 ottobre 2011, agi.it

Potrebbero interessarti

  • 18 settembre 2017Da Cortina a Dobbiaco, in bici con il diabete di tipo 1Con il DT1 si può, anche pedalare insieme. Era questo l’obiettivo della pedalata per persone con diabete di tipo 1, non a scopo competitivo ma per far comprendere come i pazienti insulino-dipendenti possano condurre una vita normale e affrontare qualsiasi sfida, anche in ambito sportivo. Posted in NEWS - 2017
  • 27 settembre 2017Diabete tipo 1: La ricerca va incontro ai bisogni dei ragazziMigliorare la qualità di vita delle persone con diabete di tipo 1 oggi si può: il futuro è sempre più vicino. Un board di diabetologi pediatri ha presentato un nuovo documento per raccomandare l’utilizzo del sensore per il monitoraggio della glicemia il 100% del tempo negli adolescenti con diabete di tipo 1. Posted in Nuove tecnologie
  • 19 settembre 2017DT2, Studio DEVOTE: meno ipoglicemie gravi, più basso rischio di mortalitàI nuovi risultati dello studio DEVOTE, primo studio sugli esiti cardiovascolari che confronta le due insuline basali degludec e glargine, in pazienti con diabete di tipo 2, sono stati presentati al recente 53° Congresso dell’#EASD2017 (European Association for the Study of Diabetes) di Lisbona e pubblicati in contemporanea sulla prestigiosa rivista scientifica Diabetologia. Posted in Metformina e ipoglicemizzanti orali