Un gene lega l’obesità e il diabete

La rivista Nature Genetics ha pubblicato lo studio di in gruppo di ricercatori dell’Università di Oxford, coordinati da Mark McCarthy, che avrebbero scoperto un gene, KLF14, legato al diabete di tipo 2, al livello di colesterolo e che avrebbe influenza anche su altri geni presenti nell’adipe. Gli studiosi britannici hanno analizzato oltre 20.000 geni del tessuto adiposo notando che il gene KLF14 funziona come un interruttore per altri geni presenti nel grasso, associati a funzioni metaboliche collegate all’obesità, al colesterolo, all’insulina e ai livelli di glucosio.
McCarthy ha spiegato: «KLF14 sembra agire come un interruttore generale sul controllo dei processi che collegano i cambiamenti nel comportamento del grasso sottocutaneo alle disfunzioni muscolari ed epatiche che contribuiscono al diabete e ad altre patologie. Stiamo lavorando per capire questi processi e capire così come migliorare il trattamento di queste malattie».
Il gene KLF14 sarebbe trasmesso solo dalla madre in quanto i ricercatori hanno osservato che la sua capacità di controllo sugli altri geni dipende dalla copia materna e non da quella paterna che invece non produce effetti.
 
Fonte 15 maggio 2011, nature.com

Potrebbero interessarti