Una proteina delle ossa contro il diabete

Una proteina che sovrintende il ricambio del tessuto osseo, l’osteocalcina, sarebbe di aiuto per l’organismo nella produzione di insulina e potrebbe quindi giocare un ruolo importante nella ricerca di terapie innovative contro il diabete. La scoperta è stata realizzata da un’équipe di ricercatori del Columbia University Medical Center coordinati da Gerard Karsenty e pubblicata sulla rivista scientifica Cell.
L’attivazione dell’osteocalcina consente la sostituzione del tessuto osseo vecchio con quello nuovo ma secondo questo studio favorirebbe anche la produzione di insulina, come confermato dalla sperimentazione sui topi; una prova ulteriore sarebbe nei problemi di glicemia che hanno spesso i soggetti che hanno anche problemi di ricambio osseo. Secondo Karsenty partendo dall’osteocalcina si potranno in futuro trovare nuove terapie contro il diabete.

 

 

 

Fonte: 27 luglio 2010, paginemediche.it

Potrebbero interessarti

  • 24 ottobre 2016Il diabete nei bambini “opprime” mamma e papàLa principale ansia per i genitori di un bambino con diabete? La riduzione del livello di zuccheri nel sangue e le crisi di ipoglicemia. È questo il vero incubo per 7 genitori su 10, secondo l’indagine internazionale DAWN Youth promossa da International Diabetes Federation (IDF) e International Society for Pediatric and Adolescent Diabetes (ISPAD). Posted in Diabete di tipo 1
  • 2 novembre 2016DT1: Tre riflessioni sul trapianto di pancreas o di isoleNel corso di un recente incontro organizzato da AGD Bologna al Policlinico Sant’Orsola, il 24 ottobre 2016, abbiamo ascoltato l’intervento del Dott. Giacomo Lanzoni, del team del Prof Luca Inverardi e Camillo Ricordi, Diabetes Research Institute, University of Miami. Posted in Ricerca scientifica
  • 7 novembre 2016GDM 2016: oltre 1200 eventi di prevenzione per tenere gli “OCCHI SUL DIABETE”Sono ancora milioni le persone che non sanno di soffrire di questa malattia. Prevenirla e diagnosticarla precocemente è il miglior modo per combatterla. A novembre (e anche dopo) tieni gli occhi aperti su di te e non solo. Vale anche per i tuoi amici animali: cane e gatto. Posted in EVENTI - 2016